1ASSISI – E’ stato un momento storico quello cha vissuto oggi Assisi, perchè dalla Basilica di San Francesco, dove a ricevuto la “Lampada della pace” sua Maestà il Re di Giordania, Abdullah II. Il re era accompagnato dalla Regina Rania. Lo scorso anno, la stessa lampada fu ricevuta dalla cancelliera Merkel. “Proprio lo scorso anno – ha detto il Custode del Sacro Convento, padre Mauro Gambetti, nel suo saluto agli ospiti- auspicammo la costruzione di un’Europa unita e plurale. E ancora oggi siamo convinti che il nostro Continente non possa abdicare a questa sua vocazione e cedere ad illusorie quanto malsane aspirazioni sovraniste”.

3Ad applaudire, c’erano anche il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, e il Presidente della Cei, Cardinal Gualtiero Bassetti. Oggi dalla città del poverello, è partito un grande messaggio di pace, dialogo e inclusione. Non è poco, in un periodo storico segnato dalla riedificazione di muri e dall’odio. E la giornata si è conclusa con la benedizione di un grosso frammento del muro di Berlino, caduto quasi 30 anni fa, nel 1989, donato da Angela Merkel ai frati.

2Il Presidente Conte, durante l’incontro con i giovani nel salone papale della basilica, ha detto che lo Ius Soli “non è nel contratto di governo, ma spero che si avvii nel Paese, nelle sedi opportune, una riflessione serena. Si può valutare la nascita sul territorio italiano che sia però collegata ad un percorso di integrazione serio, che preveda la conoscenza della nostra cultura e la condivisione di valori comuni”.  Il re Abdallah di Giordania ha detto: “In questo momento è perentorio proteggere Gerusalemme. Il mio compito come Sovrano Hashemita e Custode dei Luoghi Santi dell’Islam e del Cristianesimo di Gerusalemme è di vigilare sulla sicurezza e il futuro della città santa”.

Padre Enzo Fortunato, responsabile della sala stampa, ha dichiarato che “Con la giornata di oggi non abbiamo intenzione di piegare la volontà, ma di convincere. Convincere che l’incontro, la condivisione, l’accoglienza e l’inclusione sono i pilastri su cui fondare la società, mentre la repressione e la violenza partoriscono altra repressione”. Eccezionali le misure di sicurezza: Assisi blindata sin da ieri, ma l’ingresso di pellegrini e turisti in basilica è stato alquanto agevole

  (99)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini