Connessioni verdi”: presentato alla collettività il progetto di riqualificazione urbana che cambierà volto alla città

1SAN GIUSTINO – Grande affluenza e partecipazione attiva di pubblico al cinema Astra di San Giustino per la presentazione di “Connessioni verdi”, il progetto finanziato dalla Regione Umbria per un importo di un milione e 304 mila euro per la riqualificazione delle zone urbane della città. Alla presentazione sono intervenuti: Paolo Fratini, sindaco San Giustino, Francesco Grohmann, dirigente del servizio foreste, montagna, sistemi naturalistici, Maria Carbone, responsabile della sezione valorizzazione dei sistemi paesaggistici, Alessandro Bruni, progettista dell’intervento “Connessioni verdi”, Fernanda Cecchini, assessore della regione Umbria.

2A fare gli onori di casa il sindaco, Paolo Fratini: “Questo è un progetto tra i più innovativi nel campo del riordino urbanistico del territorio: la nostra città sarà più vivibile e a misura di tutti grazie alla creazione di percorsi ciclopedonali che andranno a cambiare il volto del capoluogo e che collegheranno punti nevralgici e plessi scolastici. Trattandosi di fondi europei i lavori hanno la necessità di essere conclusi entro il 2019, il progetto andrà quindi presto tradotto in pratica, perché poi finirà in rendicontazione alla Regione e alla Comunità Europea”. Fernanda Cecchini ha ricordato che San Giustino è una delle dieci città umbre finanziate grazie alla misura 7 del Psr: “Dietro il progetto c’è un lavoro lungo e complesso anche da parte della Regione. Grazie a questa importante misura il capoluogo può realmente cambiare volto ed essere all’avanguardia”.

Tre gli interventi, le “connessioni”, che cambieranno volto alla città e che i tecnici e i responsabili del progetto hanno illustrato alla sala: il primo quello che si concentrerà nella zona del polo scolastico, fino al palazzetto dello sport. Un itinerario che partirà dalla scuola media, con il completo rifacimento del parcheggio antistante – lungo la vecchia statale 3 bis – per poi proseguire con l’attraversamento del torrente Vertola, possibile con l’installazione di un ponte ciclopedonale che permetterà di arrivare alla scuola elementare.

Verrà ricostruita la vecchia recinzione della scuola media in ferro battuto, per far sì che si inserisca bene anche dal punto di vista architettonico con la scuola stessa. E sempre alla media sarà rifatto poi un giardino, in modo tale che gli studenti – durante la ricreazione – possano usufruire di spazi tutti per loro. Sarà ristrutturato anche il giardino della scuola elementare, allestendovi orti didattici, ma il grosso del lavoro riguarderà la sistemazione dell’ampio parcheggio antistante il palazzetto dello sport, che dovrà servire sia per la struttura sportiva, sia per le scuole limitrofe.

Un secondo ponte ciclopedonale sul Vertola garantirà la congiunzione fra via Garibaldi (asse principale del centro storico) e il rione cosiddetto “dei musicisti”. Così facendo, si potrà passare dalla parte vecchia verso le scuole, il cimitero e il sopra ricordato quartiere in maniera sicura. Anche in questo caso, è prevista un’area verde da adibire a parcheggio.

La terza connessione sarà a nord, con obiettivo la frazione di Cospaia, ma con una parentesi particolare riservata al Parco del Roccolo. Per ciò che riguarda Cospaia, sarà allestito un camminamento con un ponte pedonale che collegherà San Giustino con la scuola della ex repubblica. Un intervento che darà vita ad una percorribilità in sicurezza dalla Dogana fino a San Giustino. Al Parco del Roccolo, invece, sarà posizionata una struttura tutta in legno lamellare, in modo da poterlo sfruttare per molteplici attività anche nel periodo autunnale ed invernale e non solo d’estate.

  (107)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini