I fondi 2019 saranno destinati all’ambulatorio oncologico e alla chirurgia. Pagliccia: “Abbiamo a cuore il comfort del paziente”

1CASTIGLIONE DEL LAGO – Da quindici anni si adopera per aumentare il comfort dei pazienti e rendere i reparti ancora più accoglienti. E’ l’associazione no profit castiglionese “Azzurro per l’ospedale” che nei giorni scorsi, in occasione dell’assemblea annuale, ha tirato le somme di un anno particolarmente propizio. La campagna di sensibilizzazione 2018, come riferito dalla presidente Chiara Maida Pagliccia, ha prodotto donazioni per una valore di 29.000 euro (portando dunque a circa 200.000 il totale dei fondi raccolti) e ha fatto lievitare il numero dei soci, portandoli a 630. “Il 2018 – ha commentato il presidente onorario, l’ex campione di volley Damiano Pippi – è stato caratterizzato da un grande lavoro di squadra, compiuto dal nuovo Consiglio, all’interno del quale c’è vera unione di intenti. Presupposto fondamentale per il raggiungimento dei nostri obiettivi”.

2Con i fondi raccolti lo scorso anno, anche in collaborazione con altre associazioni (Centro Socio Culturale L’Incontro, Associazione Giacomo Sintini, Pro Loco Piana, Polisportiva Castiglionese), “Azzurro” ha potuto donare strumentazioni importanti per l’ambulatorio di oculistica e per lo stesso ospedale. “Ma il nostro orgoglio riguarda i pazienti che grazie a noi trovano maggiore comfort”, ha spiegato Pagliccia dopo aver ricordato come l’associazione abbia il merito di aver contribuito ad avviare a Castiglione del Lago nuovi servizi, come quello dell’uroflussimetria o della riabilitazione pelvica, e ad incrementare quelli già esistenti (holter).

Intanto è già partita la programmazione 2019, che ha come primo appuntamento all’orizzonte quello di domenica 14 aprile a Villastrada con la “Festa della ciaramicola” (in collaborazione con “Ant8supporters”) che sarà preceduta da una conferenza su “Stili di vita e prevenzione dei tumori” a cura di Paolo Bini, responsabile del reparto di Oncologia.

Con i proventi futuri “Azzurro” conta di poter acquistare nuove attrezzature per l’ospedale e per il territorio, alcune delle quali già individuate in accordo con il personale medico e la direzione sanitaria, quali una poltrona prelievi per l’ambulatorio oncologico e un CPAP nasale per il reparto di chirurgia (presidio importante per i pazienti che soffrono di apnee ostruttive).

“Il nostro impegno – ha concluso Pagliaccia – è indirizzato all’acquisto di beni e attrezzature per migliorare le cure in ospedale e nel territorio, ma ci preme sottolineare che un malato ha bisogno di comprensione e di cordiale accoglienza nell’ambiente di cura, e l’associazione raccomanda sorrisi e buone parole, sono indispensabili per una sollecita guarigione”. E poi, rivolgendo un pensiero allo stesso presidio ospedaliero, sottoposto in questo periodo a importanti lavori di ampliamento e ristrutturazione, la presidente ha dichiarato: “Riteniamo che dovremmo apprezzare tantissimo di avere a disposizione questa struttura di territorio che nel prossimo futuro salirà di livello e dove possiamo trovare accoglienza come persone e non come numeri”. (134)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini