Tra gli eventi top anche la Madonna Benois di Leonardo a Perugia

1PERUGIA – C’è anche la di Leonardo da Vinci che, proveniente dall’Ermitage, sarà esposta dal 4 luglio per un intero mese alla Galleria nazionale dell’Umbria fra gli appuntamenti da non perdere che si terranno in Umbria da qui ai prossimi mesi. E’ quanto emerso nel corso della iniziativa “Primavera in Umbria, l’Umbria ti invita a Palazzo” che si è tenuta a Palazzo Merulana di Roma nell’ambito della campagna di comunicazione turistica 2019 promossa dalla Regione Umbria.   L’iniziativa è stata l’occasione per presentare l’Umbria delle eccellenze, dell’arte e della cultura, delle tradizioni laiche e religiose, l’Umbria del gusto e delle emozioni: le mille, straordinarie, sfaccettature di una regione che si affaccia alla primavera con un ricco carnet di eventi da non perdere. Nel corso dell’incontro, con la stampa specializzata, oltre alla campagna di promozione turistica, un focus particolare ha riguardato le iniziative della Galleria nazionale dell’Umbria, di Umbia Jazz Spring e gli appuntamenti enogastronomici della regione, tra cui “Pic nic a Trevi. Arte, musica e merende tra gli olivi”.

1Per la presidente della Regione Umbria attraverso eventi promozionali come questa di Roma, e di Milano nei prossimi giorni, si intende rafforzare la presenza di turisti e visitatori in Umbria. Siamo già partiti con importanti iniziative, come il Festival del Giornalismo, e continuiamo con una serie di appuntamenti di qualità che proseguiranno nel periodo pasquale e nei mesi successivi. Le campagne di comunicazione realizzate dalla Regione subito dopo il sisma hanno prodotto risultati importanti che ci hanno consentito di superare momenti difficili.L’Umbria è totalmente fruibile – ha aggiunto la presidente – ed è questo il messaggio che intendiamo dare per riportare i visitatori soprattutto nelle zone dello Spoletino e della Valnerina che sono state le più colpite negli ultimi anni. Si tratta di un impegno che la Regione porta avanti in collaborazione con le imprese, con gli enti locali, con gli operatori turistici e altri settori della vita economica, in particolare quello agroalimentare ed enogastronomico che fanno da contrappunto a questa scelta e ciò con l’obiettivo – ha concluso – di dare un contributo alla crescita economica della intera Umbria.

2Secondo il vice presidente della Giunta regionale con delega al turismo le campagne strutturali messe a punto dalla Regione hanno riposizionato il brand Umbria nel mercato nazionale ed internazionale. Si tratta – ha spiegato – di campagne il cui claim invita a vivere l’Umbria come una emozione unica e che si avvalgono di una pluralità di canali molto articolata, anche dinamici, che toccheranno le principali città italiane. Fino al mese di maggio teatro della campagna sarà il circuito delle grandi stazioni, degli aeroporti, del web nazionale ed estero, della stampa nazionale e della radio. Lo scopo – ha aggiunto – è di intercettare un turismo per lo più non organizzato alla ricerca di un’offerta sempre più completa in un mercato turistico che cerca autenticità ed originalità.

3Il turista ormai si muove per vivere una esperienza unica, emozionante, da raccontare sui social. L’Umbria, che ha ricevuto il premio di Regione autentica, può rispondere a questa richiesta come testimoniano gli ultimi dati: nel 2018 la regione ha superato i sei milioni di presenze e si tratta di un successo perché è la quarta volta che questo accade nella storia del turismo umbro. N “Da qui ai prossimi mesi – ha detto Marco Pierini, direttore della Galleria nazionale dell’Umbria – abbiamo messo in programma quattro eventi espositivi di cui il primo è già in corso con la mostra ‘Bolle di sapone. Forme dell’utopia tra Vanitas, arte e scienza’, in programma fino al 9 giugno“ insieme ad eventi collaterali”. (82)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini