In vista della santa Pasqua, il porporato incontra maestranze e dirigenze aziendali. Parole di gratitudine per i 1.200 giovani protagonisti della “Raccoltissima” a favore degli Empori Caritas per famiglie in difficoltà per mancanza di lavoro

partecipanti-alla-giornata-del-lavoro-e-solidarieta-promossa-dallunita-pastorale-della-zona-industriale-di-s-sisto-2018PERUGIA – Con la visita del 10 aprile allo Stabilimento Nestlé-Perugina di San Sisto (Pg), il cardinale Gualtiero Bassetti ha iniziato gli incontri in preparazione della Pasqua con diverse realtà produttive presenti nell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve. Porta a maestranze e dirigenze aziendali il messaggio di salvezza del mistero pasquale e parole di incoraggiamento per quelle realtà che faticano a causa della crisi. Da sempre vicino ai lavoratori e alle loro famiglie, il cardinale inviterà una loro rappresentanza al rito della Lavanda dei piedi della Coena Domini del Giovedì Santo nella cattedrale di San Lorenzo. E’ un gesto per richiamare ancora una volta l’attenzione di fedeli e opinione pubblica sui problemi occupazionali sempre attuali e scottanti, che investono in particolare i giovani.

Soprattutto con le nuove generazioni Bassetti ha un rapporto privilegiato e quest’anno è molto grato a 1.200 ragazzi e ragazze di numerose parrocchie per essere i protagonisti della “Quaresima di Carità” attraverso la “Raccoltissima” di generi alimentari di prima necessità (fruttata 30 tonnellate di prodotti grazie al coinvolgimento di 80 esercizi commerciali) per i quattro Empori Caritas e le comunità di accoglienza della Chiesa diocesana. Negli Empori si recano settimanalmente circa 1.100 famiglie in gravi difficoltà a causa della mancanza di lavoro. Anche una rappresentanza di questi giovani volenterosi sarà invitata al rito della Lavanda dei piedi in cattedrale e a fare da trait d’union tra mondo giovanile e mondo del lavoro alla Coena Domini saranno dei giovani che lavorano presso una cooperativa, che recentemente ha ottenuto il riconoscimento da parte dell’ONU per l’inserimento dei rifugiati e per il sostegno al loro processo di integrazione in Italia. La stessa cooperativa donerà l’olio per la Messa crismale del Mercoledì Santo in cattedrale, frutto della sua attività agricola svolta con l’ausilio di questi giovani.   

Dopo lo Stabilimento Nestlé-Perugina le altre realtà produttive che il cardinale visiterà e in cui celebrerà l’Eucaristia in preparazione alla Pasqua sono: la Centralcar, nella zona industriale di Sant’Andrea delle Fratte, venerdì 12 (ore 8); l’Europoligrafico, nella zona industriale di Santa Sabina, lunedì 15 (ore 8); la IGI Primigi in Ellera di Corciano, martedì 16 (ore 8); l’azienda Cucinelli in Solomeo di Corciano, martedì 16 (ore 12).

Anche nei luoghi di lavoro il presule ricorda spesso l’impegno dei giovani della “Raccoltissima”, anch’essa vissuta come un «lavoro gratuito e volontario» nel raccogliere la generosità di tante persone. «Voglio ringraziare pubblicamente i giovani, le Caritas parrocchiali e i titolari o gestori dei negozi che hanno collaborato all’iniziativa – ha scritto Bassetti nel suo messaggio di ringraziamento a quanti si sono prodigati per la buona riuscita della “Raccoltissima” –, perché essa è stata un’occasione importante per sensibilizzare le comunità sulla realtà delle tante famiglie italiane e straniere impoverite dalla crisi economica, e per operare un gesto concreto di carità e di amicizia verso di loro. Il tempo di Quaresima ci invita a cercare con tutto il cuore il Regno di Dio, credendo che un mondo migliore sia possibile e adoperandosi concretamente per realizzarlo. La Pasqua ormai vicina ci rafforzi in questa speranza e in questo impegno».

(129)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini