1TODI – Sei persone, quattro dipendenti del Comune di Todi (tra cui un ufficiale di anagrafe e un messo comunale) sono indagati dalla procura di Spoleto per falso ideologico e materiale in atti pubblici e documenti informatici, istigazione alla corruzione e corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio. In pratica, attestavano falsamente la loro residenza nel Comune di Todi ed il possesso di requisiti per il conseguimento della cittadinanza italiana. Sono coinvolti anche i gestori di un’agenzia di pratiche. Secondo i Carabinieri della Compagnia di Todi, comandati dal maggiore Luigi Salvati Tanagro,  i dipendenti comunali (hanno ricevuto un provvedimento cautelare di interdizione per 12 mesi dall’attività amministrativa e la sospensione dal lavoro disposta dal Gip del Tribunale di Spoleto) avrebbero agevolato una 90 di pratiche, facendo ottenere la cittadinanza italiana a persone brasiliane facoltose. Tra queste c’è anche un calciatore. In cambio, i compiacenti dipendenti comunale, avrebbero ricevuto dalla agenzia di affari regali e soldi. (208)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini