luca_barberini-bisPERUGIA – Sono ai domiciliari dopo l’arresto della Guardia di Finanza. Il segretario del Pd dell’Umbria Gianpiero Bocci e l’assessore regionale alla Salute e coesione sociale Luca Barberini, avrebbero favorito, con un metodo clientelare, i candidati ai concorsi e le assunzioni all’Asl. Insomma, la logica era quella di sistemare gli amici, ma anche le amanti. Uno spaccato davvero desolante, uno scandalo di cui avremmo fatto volentieri a meno, perchè a sentire parlare Bocci durante le assemblee o gli intrattenimenti, sembrava che i corrotti fossero altrove, lontani dall’Umbria rossa. Invece, dalle carte dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Perugia, emerge che sarebbero stati messi fuori i medici bravi e sarebbero stati sistemati gli amici. C’è anche l’attenzione a una parente di un generale dell’Arma in pensione finito tra gli indagati. Da sistemare erano tanti, come dice al telefono con il primario che protesta per le sue infermiere.

1le tracce della prova scritta. Tra i 35 indagati c’è anche la Presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini. A portare avanti l’inchiesta che ha prodotto un vero terremoto in Umbria (il 26 maggio si vota in molti comuni roccaforte del Pd), sono i pm Paolo Abbritti e Mario Formisano, sotto la supervisione del procuratore Luigi De Ficchy.

Bocci, che è stato sottosegretario al Ministero dell’Interno, è accusato di favoreggiamento. I magistrati ritengono che avrebbe dato una mano a Duca, Valorosi e il direttore sanitario Diamante Pacchiarini (per lui era stato chiesto il carcere, adesso è stato sospeso dal servizio per sei mesi,) avrebbe fiutato l’aria delle intercettazioni ambientali, sfruttando istituzionali, tanto l’area fu bonificata dalle microspie con i soldi dell’ospedale.

Di mezzo c’è anche il sesso. Per Duca potrebbe anche scattare l’accusa di corruzione. Avrebbe compiuto -si legge nelle carte –un atto contrario ai propri doveri di ufficio, intrattenendo rapporti sessuali con la futura dirigente. Insomma, chi non faceva parte del giro sanità- Pd, restava fuori. Soprattutto se arrivava da fuori regione. (1199)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini