L’Amatori Podistica Terni non è voluta mancare ad una maratona sempre di grande fascino ed una media di 45.000 partecipanti l’anno,

1TERNI – La Maratona di Londra, che si è disputata il 28 aprile scorso, è una delle corse metropolitane più affascinanti nel suo percorso di 26 miglia, come dicono gli inglesi, ovvero i “nostri” 42 chilometri e oltre da Greenwich a Buckingham Palace passando per il Tower bridge, il parlamento di Westmister, l’altrettanto celeberrimo Big Ben e il London Eye. L’Amatori Podistica Terni non è voluta mancare ad una maratona sempre di grande fascino ed una media di 45.000 partecipanti l’anno, dove erano annunciati campioni di specialità come il keniano Eliud Kipchoge, con al suo attivo ben tre vittorie alla Maratona di Londra, ed il britannico Mo Farah con un palmares di quattro oro olimpici e sei campionati mondiali tra le distanze di 5 e 10 mila metri.

2Come detto l’Amatori Terni ha partecipato con il suo drappello di podisti ed accompagnatori al seguito ad iniziare da Ubaldo Martoni, l’ambasciatore  del gruppo, se non altro per avere completato l’invidiabile tour delle major marathon al mondo: New York, Boston, Berlino, Tokyo, Chicago ed appunto Londra. Piccolo cruccio per lui che a Boston, per pochi minuti, non risulta in classifica. Con loro anche due atleti del team ternano Athletic Terni. Per quanto riguarda i singoli risultati, invece, c’è da segnalare i buonissimi tempi di Gianfilippo Grillo (Athletic Terni) (categoria 18-39 anni), quarto italiano al traguardo, con il tempo di 2:31:30, e Lorenzo Felici con 2:40:42 (categoria 18-39 anni). Ottima prestazione anche per Edoardo Felici che ha fermato il cronometro a 2:55:56 (categoria 18-39 anni).

3Tempi decisamente più alti per gli altri componenti: Giovanni Vivarelli (Athletic Terni) 4:10:12 (categoria 55-59 anni); Gianluca Metelli 4:37:37 (categoria 50-54 anni); Federico Francesco Cocchi 4:42:16 (categoria 45-49 anni); Claudio Felici 4:54:45 (categoria 55-59 anni); Fabio Laoreti 5:32:13 (categoria 50-54 anni); Roberto Romeo 5:32:17 (categoria 45-49 anni); Ubaldo Martoni 6:51:55 (categoria 65-69 anni). La vittoria della London Marathon 2019 è stata una ennesima conferma per il keniano Eliud Kipchoge, che ha fermato il tempo a 2:02:37, davanti alla coppia etiope formata da Mosinet Geremew (2:02:55) e Mule Wasihun (2:03:16), quinto il britannico Mo Farah (2:05:39). Tra le donne affermazione della keniana Brigid Kosgel (2:18:20), al secondo posto la connazionale Vivian Cheruiyot (2:20:14), terza l’etiope Roza Dereje (2:20:51).

Anche alla maratona della capitale inglese non si e’ persa occasione per promuovere, negli stand dell’expo marathon e in gara, la Maratona di San Valentino, manifestazione di notevole successo che nel 2020 sara’ alla decima edizione.

Domenica prossima  si replichera’ nella maratona di Praga con un altro gruppo di cinque maratoneti e tredici accompagnatori gialloblu’.

Come sappiamo bene il cosiddetto podismo – turismo è parte integrante anche dell’ormai prossima Maratona delle Acque, che si correrà il 12 maggio.

Il “fiore all’occhiello” è ovviamente la Cascata delle Marmore, come sempre una occasione irripetibile per chi non l’ha ancora visitata e scoperto il fascino dei sentieri a “pelo d’acqua”. C’è già grande soddisfazione tra gli addetti ai lavori per le innumerevoli adesioni di coloro che hanno deciso di passare un fine settimana nel sud della nostra verde umbria. Sono già stati programmati, infatti, come è ormai una consuetudine, cinque pullman dal nord Italia : Mantova, Ravenna, Voltana (Ra), Rossano Veneto, Altopascio (Lu), e da molti atleti singoli, grazie all’ormai tradizionale “gemellaggio” dell’ Amatori Podistica Terni con le altre realtà del podismo amatoriale. (484)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini