1FOLIGNO – Il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani ha incontrato questa mattina a Palazzo Candiotti il popolo della Quintana in occasione della festa dell’Europa, che ricorda la storica Dichiarazione di Schuman, (9 Maggio 1950) e segna l’inizio del processo d’integrazione europea con l’obiettivo di una futura unione federale. Alla presenza del Presidente dell’Ente Giostra Domenico Metelli, del sindaco di Foligno Nando Mismetti, dell’onorevole Catia Polidori, dei Magistrati, dei Priori e degli sponsor dell’Ente Giostra, Tajani ha evidenziato l’importanza dell’Europa che ha evitato in questi settanta anni l’insorgere di guerre, ha rafforzato i rapporti commerciali tra gli Stati ed ha permesso agli stati membri di competere con le altre grandi potenze mondiali, ribadendo il fatto che l’Europa serve a proteggerci laddove lo Stato, la Regione e il Comune non possono intervenire.

2Tajani ha trovato nella Quintana gli stessi valori di identità e di valorizzazione delle radici che hanno mosso i fondatori della comunità europea: “l’Unione Europea e la Quintana hanno una storia comune, sono una specie di gemelli nati dopo la seconda guerra mondiale per far emergere la voglia di pace, di libertà e di democrazia.” Ed ha aggiunto che “la Quintana è senso di appartenenza, è storia, è cultura, è un modo per attirare turismo in Umbria” e che oltre ad essere la manifestazione identitaria della Città “è un patrimonio che Foligno dona all’Italia e all’Europa”.

3In questo senso il Presidente Tajani ha voluto ricambiare l’invito di Domenico Metelli, invitando la Quintana a Bruxelles nel corso della prossima legislatura. Uno scambio di doni tra i due Presidenti e un brunch con i prodotti tipici di Norcia e dei Monti Sibillini hanno chiuso questa importante visita istituzionale. (240)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini