Alla scoperta del territorio tra il castello di Montecchio e i Monti Martani. Si parte sabato 25 maggio con un’escursione tra ricchezze architettoniche e naturalistiche

1GIANO DELL’UMBRIA, 22 maggio 2019 – Tre proposte per gli amanti dell’escursionismo e del trekking nel comune di Giano dell’Umbria, patrocinate dall’associazione Strada del Sagrantino. Sono le tre occasioni per andare alla scoperta del castello di Montecchio e dei Monti Martani e per conoscere questo fazzoletto di terra che ospita tesori naturalistici e archeologici, in programma tra il 25 maggio e il 3 agosto. Si parte dunque sabato 25 maggio alle 9 con un’escursione di quattro ore sui Monti Martani. Il ritrovo è al rifugio San Gaspare di Giano dell’Umbria per partire con Gabriella e Mario Zeresi del Gruppo italiano ricerca orchidee spontanee e partecipare a una visita che darà la possibilità di raggiungere anche il Museo archeologico di Montecchio.

“Tra le ricchezze del territorio – ha spiegato Giusy Moretti, vicepresidente dalla Strada del Sagrantino – c’è sicuramente infatti questo piccolo museo, unico nel suo genere nella zona di produzione dei vini Montefalco Doc, che raccoglie i ritrovamenti di una villa romana appartenente a Caio Iulio Rufione”. “Di notevole interesse in primavera – ha aggiunto la vicepresidente dall’associazione – sono le bellissime fioriture di numerose varietà di orchidee spontanee, alcune delle quali rare e affascinanti come la Bivonea di Savi, o più ridondanti come l’Anacamptis Pyramidalis. Questo versante sud della denominazione vini Montefalco Doc e Montefalco Sagrantino Docg è anche un ottimo punto di osservazione astronomica per scoprire a occhio nudo stelle e costellazioni”.

Sabato primo giugno, invece, si farà un percorso adatto a tutti guidati da Siska Lernout e Pietro Vittori con partenza alle 8.30 dal castello di Montecchio e la vista sulla splendida abbazia di San Felice. Il percorso prevede di attraversare una piccola tracciata dell’antica Flaminia e poi di procedere alla scoperta di un tesoro paesaggistico nascosto: i muri a secco, testimonianza di tempi remoti.

Infine, durante il periodo astronomico più suggestivo dell’anno, sabato 3 agosto Maurizio Caselli, appassionato di astronomia ed esperto divulgatore, allestirà a Montecchio un osservatorio astronomico. Sarà una serata di osservazione del cielo stellato a occhio nudo e con telescopi. Non mancherà l’eccellenza della zona, il Montefalco Sagrantino Docg accompagnato dagli altri vini della denominazione Montefalco con una degustazione promossa dall’associazione Strada del Sagrantino. Per informazioni e prenotazioni chiamare dopo le 17 Paris: 334.6058267.

Gli eventi sono organizzati, oltre che con la collaborazione della Strada del Sagrantino, con l’Università agraria di Montecchio, la Nuova pro-Montecchio Flaminio, l’associazione Gmp Gaia e il Museo archeologico di Montecchio. (203)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini