Sabato 25 maggio si è conclusa la prima edizione di “PALIOLABO: I RIONI VANNO A SCUOLA”, il progetto di 7 incontri nell’arco dell’anno scolastico 2018-19 tra gli alunni della Scuola Primaria U.Fifi di Bastia Umbra e i rionali, coordinato dall’Ente Palio de San Michele

1BASTIA UMBRA, 29 maggio 2019 – Si è conclusa la prima edizione di “PALIOLABO: I RIONI VANNO A SCUOLA”, il progetto di plesso della Scuola Primaria “U. Fifi” di Bastia Umbra, nato con l’obiettivo di potenziare le competenze artistiche ed espressive in tutte le classi. Tutto ciò è stato possibile grazie alla collaborazione a titolo gratuito con l’Ente Palio e i rionali di Bastia Umbra, da sempre impegnati nell’animazione e nella realizzazione di scene, carri, macchine sceniche, teatrali ed espressive, in occasione della festa patronale dedicata a San Michele.

2Dal 9 febbraio all’11 maggio dell’anno scolastico 2018-2019, ci sono stati 7 incontri per classe, suddivisi in un’ora e mezzo ciascuno, dove il corpo docente e i volontari del Palio si sono adoperati nelle strategie metodologiche, utilizzando varie tecniche grafico-pittoriche e plastiche particolari. Di conseguenza, lo scopo del progetto è stato anche quello di riconoscere le caratteristiche delle forme d’arte del territorio, al fine di arricchire il senso di appartenenza e le capacità artistiche degli alunni. Le tematiche affrontate in questa prima edizione sono legate alle storiche sfilate realizzate dai rioni riguardanti la letteratura per bambini: Il libro della Giungla, Pinocchio e la Balena, Il mago di Oz, Peter Pan, Il piccolo Principe, Il Carnevale dei Bambini. Da esse poi sono stati estrapolati alcuni personaggi di forma animale (volpe, elefante, serpente, balena) uno per ogni Rione. Gli alunni hanno sperimentato la costruzione, la progettazione e la realizzazione di una scena tridimensionale ambientata nel paesaggio della giungla e del mare.

Sabato 11 maggio ha avuto luogo l’ultimo incontro dove c’è stato il montaggio finale delle scene, assemblate come un puzzle con i prodotti realizzati da ogni singola classe. Disposta nell’atrio situato tre le due ali della scuola, questa scena tridimensionale sarà utilizzata come biblioteca o angolo di lettura a partire dal prossimo anno scolastico. Al di là del bellissimo risultato artistico, tale scena è stata realizzata nel rispetto di tutte le norme di sicurezza. Infine, sabato 25 maggio la Scuola Primaria “U.Fifi” ha ospitato l’Ente Palio per celebrare la fine del progetto

Chiara Leonelli, Docente Responsabile del Progetto insieme a Federica Lungarotti:

“A nome delle altre docenti responsabili del progetto, volevo cogliere l’occasione per ringraziare tutte le persone coinvolte del Palio de San Michele, dal Presidente ai capitani dei rioni, con un plauso speciale a quei rionali che hanno dato tantissimo del loro tempo a quest’iniziativa. Vorrei sottolinearlo appunto perché il tempo rappresenta la nostra ricchezza, il bene più caro che abbiamo e tutti loro l’hanno dedicato a noi. Hanno preso la nostra idea e l’hanno realizzata in qualcosa di meraviglioso. Prima, in questo luogo non c’era nulla, ora troviamo uno spazio bellissimo: un angolo di lettura per i nostri bambini che può trasformarsi anche in uno spazio creativo. Insomma, non posso far altro che ringraziare voi tutti auspicandomi in altre collaborazioni future. Il mio augurio poi è che questa scuola faccia un po’ da apripista anche per le altre scuole del territorio. Il mondo del Palio è nato per essere dentro alla scuola.”

Stefania Finauro, Direttrice Scolastica:

“Penso che questi bambini abbiano ricevuto da parte dell’Ente Palio e dei loro insegnanti un grandissimo regalo. Soprattutto in questo momento storico, dove il digitale spesso limita la creatività, un buon libro può fare la differenza. Credo che se riusciamo ad instituire in loro l’amore per i libri, potremmo veramente regalargli un elemento che li accompagnerà per sempre. Come un compagno di viaggio che potrà consolarli quando saranno tristi o illuminare la loro strada verso la condivisione. E poi, poter leggere significa alimentare i sogni ecco perché non riesco a trattenere l’entusiasmo: leggere in un contesto del genere è il panorama perfetto per sognare ad occhi aperti. Per questo e non solo, vorrei ringraziare dal profondo del cuore tutti i protagonisti di questo progetto: avete creato qualcosa di magico!”

Prima di passare la parola, il Dirigente Scolastico ha omaggiato il Presidente dell’Ente Palio con un bellissimo mazzo di fiori.

FEDERICA MORETTI, Presidente dell’Ente Palio:

“Credo che oggi per l’Ente Palio, la scuola e noi tutti, sia un giorno veramente speciale. La valenza del progetto è visibile e tangibile, ma ciò che rende PALIOLABO prezioso è stato il coinvolgimento e la cooperazione tra ogni singolo elemento. Inoltre, oltre l’aspetto pedagogico e didattico di questo progetto, ritroviamo anche i principali valori dell’Ente e del nostro amato Palio, quali appunto la convivenza civile. Perciò, a nome di tutto il Consiglio Direttivo e del Coordinatore Aliosha Menghi, ringrazio la Dirigente Scolastica che ci ha permesso di essere qui, le insegnanti Chiara Leonelli e Federica Lungarotti che ci hanno coinvolto e tutte le altre insegnanti che hanno lavorato con noi, con passione e pazienza.

Ma, permettetemi di sottolinearlo, il ringraziamento più grande va ai volontari dei rioni poiché senza di loro nulla sarebbe stato possibile. Il passato, il presento e il futuro della nostra festa si nutre proprio di questa irrefrenabile passione dei rionali per il Palio. La felicità in questo caso è amplificata poiché, dopo il Palio incontra la Scuola, questa è stata la prima volta dove il PALIO è entrato a Scuola con i rioni, manifestando così l’importanza vitale che hanno le nuove generazioni per consolidare e far vivere il Palio de San Michele. Quando c’è una rete che lavora e lavora bene, i risultati sono visibili e il risultato di PALIOLABO è meraviglioso, magico.

E basta solo essere qui per poter respirare tutte le espressività di questi fantastici bambini. Per noi tutti è stato un previlegio socializzare con loro e credo che il risultato più bello sia stato il loro coinvolgimento e la loro felicità nel partecipare. Infine, ringraziamo anche la Tipolito Properzio e lo Scatolificio Eugubino per averci sopportato con i materiali e colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta tutta la scuola e, a nome di tutto il Consiglio Direttivo, abbiamo realizzato una targa speciale in ricordo di questo primo progetto condiviso insieme. L’auspicio è quello di ritrovarsi in futuro con altre collaborazioni.”

  (60)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini