La dirigente Scolastico Rosa Smacchi: gli studenti sono il vero motore di una scuola che li vede sempre protagonisti e spesso vincitori di significativi concorsi anche a livello nazionale

1FOLIGNO, 31 maggio 2019 – L’Auditorium San Domenico di Foligno ha fatto da cornice a “Ricordi di scuola 4”, lo spettacolo che, secondo una felice consuetudine, chiude il ciclo della attività scolastiche dell’ITT Leonardo da Vinci. Una formula che negli anni – quattro le edizioni celebrate – si è rivelata vincente, proprio perché consente di dare visibilità ai tanti progetti e iniziative che l’ITT porta avanti, anche coniugando tradizione, innovazione e territorio. I vari momenti di presentazione sono stati intervallati da spazi riservati alla musica, rigorosamente dal vivo, che venivano ad accompagnare le immagini e i ricordi che gli studenti hanno presentato alla numerosa e attenta cittadinanza, nel desiderio di condividere i momenti più belli vissuti a scuola.

“Ricordi di scuola – ha commentato la dirigente scolastica Rosa Smacchi – è uno spettacolo che ogni anno si arricchisce di nuovi contributi perché le nostre studentesse e i nostri studenti si cimentano in mille attività e sono il vero motore di una scuola che li vede sempre protagonisti e spesso vincitori di significativi concorsi anche a livello nazionale”. Solo per citare gli ultimi riconoscimenti, il 1 giugno la scuola si recherà alla tradizionale Festa della Scuola, l’evento che l’USR dell’Umbria e la Fondazione Sant’Anna di Perugia organizzano ogni anno per valorizzare le eccellenze scolastiche della regione, per ricevere il Premio Unesco per un importante lavoro sul Tempietto del Clitunno; in questa occasione verrà presentato anche il video “Polifonici infiniti” selezionato dall’USR dell’Umbria per il concorso nazionale “Il mio infinito” in occasione del bicentenario di Leopardi.

La coordinatrice dell’iniziativa, la musicista e vicepreside Fabiana Cruciani, anche quest’anno ha voluto rendere omaggio ai percorsi degli studenti e strutturare uno spettacolo che offrisse ai diversi indirizzi presenti nella scuola la possibilità di raccontare qualcosa di sé in modo diretto e autentico. “La vera forza della scuola – ha sottolineato la vicepreside – sta nel rendere tutti protagonisti e nel valorizzare le singole professionalità e quel lavoro quotidiano,  ‘silenzioso’ e sotterraneo, che la scuola mette in atto ogni giorno”. Molto apprezzati e coinvolgenti i musicisti Michele Rosati e la giovanissima chitarrista jazz Rachele Fogu che, confermando una lunga e fertile collaborazione con l’ITT di Foligno, hanno curato la preparazione degli strumentisti e tutti gli arrangiamenti originali delle canzoni che prevedevano oltre alla presenza di arpa, chitarre, basso, batteria e voci soliste anche l’ausilio di tre danzatori.

“Un grande omaggio alla scuola e ai talenti dei giovani – il commosso commento della prof. Barbetti a conclusione dello spettacolo – perché il futuro appartiene a loro e la scuola deve continuare ad esercitare la propria funzione educativa e sociale per alimentare i loro sogni e le loro aspettative più profonde”.

Questi i nomi dei ragazzi in scena: Voci recitanti Mattia Ornielli e Leonardo Viti; Voci soliste: Marco Maccari, Simona De Santis, Marianna Calcabrina, Alessia Cimarelli, Yuri Marini; Percussioni: Giorgia Espasiano; Chitarre: Rachele Fogu, Michele Rosati; Basso:          Nicola Bastioli; Arpa: Ilaria Minni; Batteria: Nicola Brunelli; Danzatori Lisa Porzi, Nicola Marini, Lorenzo Nieri.

(95)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini