Cooperazione sociale e il welfare del futuro. L’assemblea dei soci ratifica il lavoro svolto nel decennio 2008-18 e rilancia l’impegno nel Terzo settore per costruire il welfare mix pubblico/privato

davPERUGIA, 4 giugno 2019 – Polis cooperativa sociale anche nel 2018 ha molto lavorato per evolvere e migliorare il modo di operare, per essere sempre più impresa cooperativa sociale dinamica, poliedrica, di territorio, aperta al confronto ed alle collaborazioni. La riforma del terzo settore conferma il principio che il Terzo settore è chiamato, insieme agli Enti pubblici, a svolgere funzioni ed interventi volti da una parte a rafforzare il benessere delle persone e la coesione sociale e dall’altra ad assicurare la tutela dei diritti sociali e civili, ai cittadini, come recita la Costituzione.

dav

dav

In questi dieci anni (2008-2018) Polis ha operato con e per le persone, mettendo quotidianamente gli individui al centro, attraverso la propria filosofia e cultura di intervento che si sintetizza nelle seguenti parole chiave: appartenenza, coinvolgimento, innovazione, passione, resilienza, volontà, valori senza i quali è impossibile fare impresa cooperativa sociale di qualità riconosciuta e votata al benessere sociale e di vita. Il 2018 è stato l’inizio di una nuova fase di sviluppo, valorizzando quanto gestito in questi anni in via ordinaria e straordinaria e con quanto costruito nei progetti di Welfare privato che, pur con vari elementi di prudenza e di difficoltà, che si stanno superando, pongono in essere interessanti prospettive di sviluppo per il nostro lavoro, per costruire quel welfare mix pubblico/privato.

I soci e il bilancio

I soci lavoratori, nel 2018, erano 1.048 (82% femmine, 18% maschi), con 229 assunzioni e 197 uscite (con un saldo di 32 assunti); i contratti sono 695 part time e 353 full time per le figure professionali di educatore, operatore socio assistenziale, operatore socio sanitario e addetto ai servizi. Polis opera nei settori dell’infanzia, degli anziani, della disabilità e della salute mentale assistendo 6.000 persone. Il bilancio consuntivo è stato chiuso a 37.846.658 euro; il previsionale a fine 2018 a 37.673.191 euro e quello di previsione per il 2019 ammonta a 38.556.851 euro. Le principali azioni commerciali e di sviluppo, nel periodo 2016 – 2018 sono state:

Regione Umbria

Anno 2016:

  • attivazione del servizio di animazione c/o la Casa di Riposo “Andrea Rossi” di Assisi;
  • gestione del servizio di “Operatore Sociale di Condominio” in alcuni Comuni dell’Ambito Media Valle del Tevere in collaborazione con la Cooperativa Sociale Nuova Dimensione;
  • approvazione di 6 Progetti tematici riferiti ai settori “Minori e Politiche Giovanili” – “Infanzia”, attraverso la partecipazione ad alcuni Bandi Regionali ed Europei.

 Anno 2017:

  • avvio del percorso di co-progettazione dei servizi socio assistenziali, educativi riferiti all’Ambito Media Valle del Tevere, che ha visto coinvolti in collaborazione Polis – Nuova Dimensione ed Actl;
  • avvio del progetto privato di recupero urbanistico di un ex albergo nel comune di Marsciano, per realizzare una Residenza Protetta per anziani non autosufficienti, un Centro Diurno per Alzheimer e una Residenza Servita. Questo progetto verrà realizzato in sinergia sia con la Cooperativa Nuova Dimensione sia con la Fondazione di Comunità Marscianese Onlus;
  • approvazione di 4 Progetti inerenti i temi dell’infanzia e del disagio giovanile, grazie alla partecipazione a Bandi Nazionali e Regionali.

 Anno 2018:

  • avvio della realizzazione di una Comunità per minori sul territorio del Comune di Tuoro e di un gruppo appartamento per persone con disagio psichico nel comune di Perugia;
  • avvio del percorso per dare vita, attraverso sinergie con imprenditori privati locali, di una struttura residenziale e semi residenziale per anziani non autosufficienti e con patologie legate all’Alzheimer nel Comune di Tuoro;
  • avvio del progetto nell’ambito del Comune di Piegaro, per valutare la “trasformazione” di una struttura ricettiva per accogliere anziani autosufficienti e parzialmente non autosufficienti;
  • avvio di uno spazio giochi privato c/o il Centro Commerciale Collestrada, gestito in collaborazione con Nuova Dimensione;
  • sono stati analizzati, nel corso dell’anno, 6 bandi di gara partecipando a 3 gare di servizi già in essere, risultando aggiudicatari, quali: sevizio Asilo Nido di Deruta”; “servizio Domiciliare e Supporto Scolastico dell’Unione dei Comuni del Trasimeno”; “servizio centro Servizi Giovani” del Comune di Perugia”;
  • sono stati approvati 2 Bandi Nazionali e Regionali, che vedranno interventi inerenti il tema dell’Infanzia e Minori nel corso del prossimo anno.

Abruzzo:

Anno 2016:

  • è stata confermata la presenza di Polis nella gestione di servizi di assistenza scolastica nel territorio del Comune di Pescara;
  • avvio della gestione, in stretta sinergia con l’Associazione Arci di Pescara, dell’accoglienza di cittadini migranti nella provincia di Pescara;
  • azioni di sviluppo connesse alla Comunità per Minori avviata nel corso dell’anno 2015 nel Comune di Spoltore.;
  • avvio, a seguito di partecipazione a gara pubblica, del servizio di asilo nido nel Comune di Notaresco.

Anno 2017:

  • avvio del Centro diurno per soggetti adulti affetti da Autismo, nel territorio dell’Asl Avezzano – Sulmona – L’Aquila in collaborazione con la Cooperativa Sociale Nuova Dimensione;
  • avvio del progetto riferito al sistema per l’accoglienza, la tutela e l’integrazione a favore di richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), promosso dal Comune di Montesilvano e in collaborazione con realtà locali: ARCI – CARITAS – COOP. AUSILIATRICE;
  • attività di promozione del lavoro di Polis, rispetto ad alcuni temi specifici, con vaie Amministrazioni Pubbliche del territorio abruzzese 

Anno 2018:

  • conferma nei servizi per l’Assistenza Scolastica specialistica in favore dei ragazzi afferenti alle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del Comune di Pescara;
  • conferma della presenza di Polis nel servizio di Asilo Nido “Il Bruco” del Comune di Pescara;
  • si è in attesa della definitiva conferma nel servizio di Assistenza Domiciliare in favore di persone anziane e disabili del comune di Pescara, già gestito nel periodo 2012 – 2015;
  • avvio dei servizi previsti dal Piano Sociale di Zona afferenti all’Ambito territoriale di Manoppello;
  • nel corso dell’anno si è partecipato a 12 gare d’appalto, di cui 5 hanno avuto esito positivo, 2 esito negativo, mentre per le altre 5 si è in attesa di valutazione;
  • attività di promozione di progettualità privata rispetto ai bisogni della popolazione anziana.

  (154)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini