Il Sindaco de Augustinis e l’assessore Urbani ringraziano gli studenti che hanno collaborato alla manifestazione “Spoleto Salotto delle eccellenze”

1SPOLETO, 7 giugno 20190 – “Siete motivo di orgoglio per la città. Avete impressionato positivamente tutti coloro che hanno avuto modo di vivere Spoleto nello scorso weekend. A nome dell’amministrazione vi ringrazio sinceramente per la professionalità che avete dimostrato”. Con queste parole il Sindaco Umberto de Augustinis ha ringraziato gli studenti dell’Istituto Alberghiero “G. De Carolis” che, in occasione della manifestazione “Spoleto Salotto delle eccellenze” hanno collaborato attivamente gestendo alcuni spazi di degustazione e garantendo l’accoglienza nei luoghi dove erano in programma workshop e convegni. All’incontro, che si è svolto questa mattina nella sede dell’Istituto, erano presenti anche la dirigente scolastica Fiorella Sagrestani e l’assessore alla cultura Ada Urbani.

2“Voi siete una delle eccellenze della nostra città e del nostro territorio – ha dichiarato l’assessore Urbani rivolgendosi agli studenti – Siete stati strategicamente indispensabili per la manifestazione, contribuendo in maniera importante al successo di questa tre giorni. Ringrazio sinceramente e con grande piacere anche i docenti che vi hanno guidato”. Sono stati 75 gli studenti che, dal 31 maggio al 2 giugno, hanno collaborato nei servizi di accoglienza, sala, cucina, a Palazzo Leti Sansi, Palazzo Mauri, Villa Redenta, negli stand del Giro della Rocca e in occasione dell’inaugurazione in via Arco di Druso. Otto, invece, i docenti che hanno coordinato i ragazzi e le ragazze: Andrea Martoglio, Simon Luca Antimiani, Antonella Adornetto, Maria Pascale, Settimio Fabiani, Emanuele Pilati, Stefania Chiocci, Graziano Crispoldi, Roberta Testaguzza.

“L’attestato che vi verrà consegnato è il segno della nostra gratitudine – ha concluso il Sindaco de Augustinis – perché avete dimostrato che la città può contare su di voi. Sono convinto che con questo spirito riuscirete ad ottenere grandi risultati in futuro”.

  (58)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini