1FOLIGNO, 10 giugno 2019 – “Sarò il Sindaco di tutti, perchè per me nessuno deve rimanere indietro e questo sarà il concetto cardine della mia futura amministrazione. La mia Foligno e la nostra Foligno aveva bisogno di aria nuova, di una svolta epocale che la faccia risorgere dopo oltre 70 anni di inconcludente e soffocante politica di sinistra, che la liberi dalle clientele che hanno per troppo tempo modificato ogni aspetto della vita produttiva, economica e sociale”.  Stefano Zuccarini ha dominato il ballottaggio col 55,99 per cento e 15.016 voti sul candidato del centrosinistra Luciano Pizzoni che si è fermato al 44,01 con 11.804 voti. Stefano Zuccarini è nato e vive a Foligno. Si è laureato in Giurisprudenza nel 1987 all’Università della Sapienza di Roma ed è avvocato dal 1996. Dopo il suo incidente motociclistico nel 1991 si è ritrovato costretto su di una sedia a rotelle dovendo rinunciare a tutto ciò che amava come praticare i suoi sport preferiti, arrampicata sportiva e motocross. Non si è mai perso d’animo e grazie ad un amico ha conosciuto il mondo del volo che gli ha fatto provare la sensazione più bella, la libertà!

2“Quella libertà dai vincoli terreni -scrive- alla quale noi disabili siamo maledettamente legati sulla terra. In cielo non ci sono nè barriere nè differenze tra me e chi può camminare. Nel 1996 sono stato stato il primo disabile italiano a conseguire un brevetto aeronautico e nel 1998 sono divenuto il primo disabile al mondo con l’abilitazione di pilota acrobatico di aliante. La politica è sempre stata una mia passione, che per un decennio avevo accantonato per mancanza di riferimenti politici affini al mio sentire. Con l’ascesa in campo di Matteo Salvini alla guida della Lega, ho ritrovato un leader ed una linea politica che sentivo di poter sposare con entusiasmo; la sua semplicità, lealtà, schiettezza e amore per l’Italia mi hanno convinto a mettermi in gioco. Ho deciso dunque di mettermi a disposizione della mia Foligno e di tutti i miei concittadini. (171)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini