Ecco gli appuntamenti ‘Open’ di giugno, luglio, agosto e settembre. Grande successo online e sui social

11ASSISI, 12 giugno 2019 – Le atmosfere di Calendimaggio non si fermano con il mese di maggio. Archiviata un’edizione della Festa di Assisi da tutto esaurito e che ha riscosso un grande successo online e sui social, arrivano le iniziative estive collaterali, per permettere anche ai turisti di scoprire la magia di una festa senza tempo. In programma appuntamenti a giugno, luglio, agosto e settembre, tra musica e teatro. Due gli eventi di Calendimaggio Open tra fine giugno e inizio luglio, con appuntamenti dedicati alla musica antica, strumentale e cantata (realizzati in collaborazione con i cori e i musici di Magnifica Parte de Sotto e Nobilissima Parte de Sopra) e alla commedia dell’arte.

In programma quattro eventi in due diverse piazze di Assisi. Si parte il 29 giugno alle 19 in Piazza San Rufino con Don Chisciotte di Stivalaccio Teatro, a seguire il 30 giugno alle 21 l’evento musicale con il coro della Nobilissima Parte de Sopra e il coro dei Piccoli Mammoni, con i musici di Parte de Sopra. Il 6 luglio alle 21 il Primo miracolo di Gesù Bambino tratto da Mistero Buffo, con Mathias Martelli e per la regia Eugenio Allegri.

Il 7 luglio alle 21 a San Pietro l’evento musicale con il Coro della Magnifica Parte de Sotto, insieme al coro dei piccoli e ai musici. Dopo luglio, ulteriori manifestazioni andranno in scena il 30-31 agosto e 1 settembre e il 13-14 e 15 settembre, quando tornerà ‘Non solo medioevo’, per far conoscere ai turisti il Calendimaggio ‘contaminandolo’ con la modernità.

Da segnalare, infine, che il Calendimaggio di Assisi convince anche in streaming e sui social. A circa un mese dalla fine del Calendimaggio è possibile tracciare un bilancio delle visualizzazioni online.

Le dirette streaming delle varie manifestazioni, realizzate da Umbria Webcam in collaborazione con InVideo, sono state viste oltre 342.000 volte, e ogni persona è rimasta collegata in media 13 minuti, con punte anche di 18 minuti. Una settantina i Paesi del mondo collegati, con l’Italia (60%, con Bologna come città più attiva) a fare la parte del leone; ma visioni ci sono state anche da Stati Uniti d’America, Regno Unito, Germania, Brasile, Giappone, Francia, Polonia, Spagna, Russia e Grecia. Tra le città, da segnalare visioni da Tokio, Mosca, San Paolo e Varsavia. Per quanto riguarda le manifestazioni più viste, i cortei del giorno e della sera, con cori e verdetto in terza posizione. A seguire consegna delle chiavi, Madonna Primavera, scene delle due Parti.

La pagina Facebook ufficiale della manifestazione, in circa due mesi, è cresciuta di quasi 2000 fan (arrivando a 7.500), ha raggiunto quasi 170.000 persone (in maniera organica e senza sponsorizzazioni) con quasi 120.000 interazioni. Su Facebook convincono le rievocazioni di vita medievale (oltre 36.000 persone raggiunte), il verdetto (circa 24.000 persone), Madonna Primavera (poco più di 12.000 persone) e le foto del primo giorno di Calendimaggio (oltre 13.000). Bene anche Calendimaggio Open, che – anche qui senza sponsorizzate e con un volume di post molto più basso – che ha raggiunto, con una ventina tra post ed eventi, circa 35.000 persone, superando quota duemila fan.

“Numeri che – spiega il presidente dell’Ente, Lanfranco Pecetta – ci convincono della bontà della scelta fatta di puntare sui social e sullo streaming per ‘aprire’ e rendere fruibile il Calendimaggio e i suoi momenti, anche i più nascosti”

Per tutte le informazioni ed eventuali cambiamenti di programma, https://www.facebook.com/CalendimaggiodiAssisi/ ; https://www.facebook.com/calendimaggiop/ ; https://www.calendimaggiodiassisi.com/

  (102)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini