Venanzo terza edizione del festival tra world music, chitarra acustica, teatro, danza e sport. In Piazza Impero tre serate con concerti ad ingresso gratuito con Giuseppe Spedino Moffa, il Fingerprint Acoustic Duo di Michele Rosati e Rachele Fogu, danza e teatro Valerio Apice e Giulia Castellani.

1San Venanzo, 16 giugno 2019 –  Sviluppare il valore sociale della cultura musicale per abbattere le barriere culturali e sociali. È l’obiettivo del progetto “ColleinMusica” nato per unire un fine culturale ed uno sociale connessi tra loro. A Collelungo, frazione di San Venanzo (TR), è tutto pronto per la terza edizione del festival “ColleinMusica”che venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 luglio 2019 animerà il suggestivo borgo attorno al Castello del XIII secolo nelle due serate con concerti all’insegna della world music, sport, teatro, danza e della chitarra acustica. Gli spettacoli, ad ingesso gratuito, si svolgeranno in Piazza Impero, dove dalle 21.30 si esibiranno band con musiche ormai entrate a far parte dell’ascolto collettivo.

Venerdì 5 luglio l’apertura della terza edizione del festival è affidata Giuseppe Spedino Moffa, il Polistrumentista (voce, chitarra, zampogna, organetto, fisarmonica, chitarra battente, tamburo a cornice)
La seconda serata, 6 luglio giochi sporti e musica per bambini, a seguire teatro laboratorio Isola del confine Isola di confine “ Il nostro sogno “ W Shakespeare. ,

La terza serata 7 luglio danza e Fingerprint Acoustic Duo composto da Michele Rosati e Rachele Fogu. Assoluta protagonista della performance sarà la chitarra acustica: grazie ad un uso sapiente, rigorosamente live, di effetti elettronici e loop prodotti attraverso il suono delle chitarre, i due musicisti interpretano con arrangiamenti originali, brani scelti senza distinzione di genere o periodo storico.

Il Festival ColleinMusica va avanti con le offerte e il ricavato dell’associazione, nonostante le nostre magre possibilità risorse noi crediamo al nostro progetto e non siamo pronti per mollare anche perché per noi è una soddisfazione enorme riuscire a valorizzare il borgho, a dare del sorriso e riceverne.

  (159)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini