1FOLIGNO, 21 giugno 2019 – Strepitoso debutto italiano per il californiano Josh Smith che ha entusiasmato il pubblico dell’Auditorium San Domenico al primo appuntamento di UmbriaBlues Festival, rassegna di modern blues promossa da Avantune e accolta nel cartellone degli Amici della Musica di Foligno. Direttamente da Los Angeles per la data di avvio del tour europeo che lo porterà in nord Europa, Josh Smith, chitarrista, cantante, compositore, è salito sul palco dell’Auditorium con la sua band – basso e batteria – dove ha suonato quasi due ore per un un pubblico giunto anche da fuori regione. Un concerto coinvolgente, dove i trenta anni di militanza blues del chitarrista statunitense – a 19 anni già suonava con B.B.King – si sono fatti subito sentire in un avvio vibrante, intenso, con le sonorità elettriche spinte con grinta ai confini del rock. Più di una le chitarre in terra, alle sue spalle,   per rispondere alle scelte di una scaletta fatta di pezzi che sono andati dal più classico blues fino al rock blues, con la musica in equilibrio su mutevoli confini, proprio quelli che hanno reso il musicista americano icona di uno stile originalissimo e assai amato nel mondo.

Accanto ai classici di sempre, Josh Smith, generoso e instancabile per il suo pubblico, ha anche proposto i nuovi brani dell’ultimo Cd Burn to Grow che alla fine del concerto ha autografato per i tanti fan giunti a sentirlo. Ma prima, un finale a sorpresa, che ha portato alle stelle l’entusiasmo del San Domenico. Sul palco Josh Smith ha voluto accanto a sé, in una coinvolgente jam session – non era stata privata prima – i protagonisti del doppio concerto di questa sera 21 giugno, lo statunitense Jeff McErlain, gradito ritorno ad UmbriaBlues e il canadese Ariel Posen. UmbriaBlues chiuderà poi i battenti della sua seconda edizione sabato 22 con il bluesman Ivano Icardi che si esibirà in un concerto ad ingresso libero.

UMBRIABLUES FESTIVAL

II EDIZIONE

20-21-22 giugno 2019

Auditorium San Domenico FOLIGNO

Dal 20 al 22 giugno Foligno capitale del modern blues con UmbriaBlues Festival. Nel cartellone degli Amici della Musica, ideata e promossa da Avantune, la rassegna porta in città bluesmen del panorama internazionale. Spazio anche a opening group firmati Umbria.

Torna a Foligno per la Giornata europea della musica, UmbriaBlues Festival, attesa tre giorni dedicata al modern blues che gli Amici della Musica di Foligno accolgono per il secondo anno consecutivo nel cartellone della stagione concertistica 2019.

Ideato e fortemente voluto dal direttore artistico Ermanno Bonifazi con la sponsorship di Avantune, primaria azienda di tecnologia digitale che dall’Umbria opera nel mondo, il Festival propone in questa seconda edizione tre concerti evento il 20, 21 e 22 giugno – finale ad ingresso gratuito il 22 -, che porteranno all’Auditorium San Domenico, ore 21, grandi nomi del modern blues internazionale.

La rassegna apre il 20 con un musicista d’eccezione, Josh Smith, a cui farà seguito il 21 un doppio concerto con il gradito ritorno direttamente da New York di Jeff McErlain e l’arrivo a Foligno di Ariel Posen, per chiudere il 22 con un nome tutto italiano, Ivano Icardi, songwriter assai amato ben oltre i confini nazionali.

“Ci fa molto piacere accogliere tra i nostri appuntamenti le sonorità di UmbriaBlues – commenta Giorgio Battisti presidente degli Amici della Musica -. Da 39 anni la nostra Associazione propone concerti con un’apertura sempre maggiore, negli ultimi anni, a nuove passioni, a nuove emozioni. Chi ci segue non si sorprende nel trovare in stagione il jazz, la danza, il blues. Quel che è importante è che la musica sia di qualità.”

Assolutamente da non mancare per gli amanti del blues la prima volta in Italia di Josh Smith, data unica in esclusiva il 20, musicista di grande richiamo per aver creato un genere molto personale che coniuga jazz e blues e che lo ha portato a suonare con celebrità del mondo blues rock, quali Mick Jagger. Ma grande musica anche nel doppio concerto che vedrà sul palco Jeff McErlain per presentare il suo ultimo disco prodotto da Robben Ford, e poi il cantautore e chitarrista canadese, Ariel Posen, originario di Winnipeg, che sarà in Italia per presentare in anteprima il suo nuovo album e concludere il tour europeo. Fino all’ultima serata ad ingresso gratuito dono del Festival a tutti gli appassionati di musica, con Ivano Icardi, grande artista discografico, chitarrista, compositore e produttore musicale.

Ma il Festival sarà l’occasione per accendere i riflettori oltreché sul panorama internazionale, anche sulla realtà musicale umbra e sui giovani gruppi blues di casa nostra. Quattro gli opening group che si alterneranno nelle tre serate a partire dai Three Dogs Blues Edition (20), i Red Cocks (21), The Big Blue House (21), Four Trouble (22).

“L’obiettivo di Umbria Blues Festival è proporsi quale evento di riferimento per gli artisti di Modern Blues o generi affini, emergenti o affermati” – spiega Ermanno Bonifazi, fondatore di Umbria Blues Festival -. Quel che abbiamo a cuore è la ricerca esclusiva di artisti non facili da intercettare in Europa e portarli nel nostro Festival. A questo affianchiamo opportunità di incontri e un percorso di lancio per artisti nuovi e nuove band che apriranno i concerti più importanti”.

Un ringraziamento Bonifazi lo ha voluto rivolgere nel corso della conferenza stampa di presentazione del Festival agli Amici della Musica di Foligno per la politica di contenimento del costo del biglietto: “Concerti e artisti come questi hanno solitamente costi piuttosto alti. Così invece tutti gli appassionati potranno partecipare. Anche i giovanissimi. E grazie pure per la lungimiranza nell’aver accolto per il secondo anno il blues, una contaminazione che fa bene alla cultura e alla musica di qualità”.

Per informazioni e prenotazioni: www.umbriablues.it; www.amicimusicafoligno.it

JEFF MCERLAIN

Jeff McErlain, chitarrista, compositore e produttore blues rock di New York, ha condiviso il palcoscenico e collaborato con artisti del calibro di Scott Henderson, Zakk Wylde, Will Lee, George Clinton, Omar Hakim, Anton Fig e Keith Carlock. Jeff ha contribuito agli insegnamenti dello stile blues con Truefire e Guitar Player Magazine, ed è autore del libro Modern Rock Techniques.

Il suo ultimo album è stato prodotto e registrato da Robben Ford, inventore dello stile chitarristico jazz-blues; i due artisti collaborano attivamente da diversi anni.

JOSH SMITH

Josh Smith, chitarrista nato a Middletown, nel Connecticut, è stato esposto al blues in età precoce. Ha ascoltato una varietà di artisti, come Muddy Waters, B.B. King, Albert King e T-Bone Walker.

Con Deep Roots, disco ispirato al traditional blues, la sua musica è stata ben accolta da Blueswax e Blues Revue Magazine. Josh è stato ingaggiato dal vincitore di American Idol Taylor Hicks per far parte della sua band come chitarrista e, successivamente, da Raphael Saadiq, con il quale ha suonato in concerti di altissimo profilo come backing di Mick Jagger ai Grammy Awards e al Kennedy Center Honors. Josh ha poi proseguito la carriera discografica con la pubblicazione di altri dischi apprezzati dalla critica, tra cui: Inception, Do not Give Up On Me, Over Your Head, Still, Burn To Grow.

ARIEL POSEN

Posen è un cantautore, chitarrista di fama internazionale, produttore e artista solista; nato a Winnipeg, trascorse gran parte della sua infanzia sulla strada, dando il via a una carriera che lo ha portato in giro per il mondo, suonando nei suoi concerti e negli spettacoli come membro del gruppo roots-rock The Bros. Landreth, vincitori del Juno Award.

How Long segna il tanto atteso debutto solista di Posen, che mette in scena non solo le sue doti di strumentista, ma anche il suo talento cantautoriale. Il disco copre vari generi, passando dal blues rootsy all’R&B fino al rock&roll melodico. Posen mostra tutto il suo talento in 10 brani, mettendo in luce le sue influenze, tra cui The Beatles, Stevie Ray Vaughan e John Mayer.

IVANO ICARDI

Artista discografico, chitarrista, compositore e produttore musicale, ha partecipato a diversi “Platinum Awards” e collabora attivamente con: Warner, Sony e Universal. Come compositore ha lavorato con le principali aziende televisive italiane: RAI, Mediaset, La7, MTV, Sky, Magnolia, Walt Disney, 20th Century Fox; come songwriter ha partecipato più volte alla trasmissione “Amici”; ha inoltre composto musiche per brand mondiali come: Coca-Cola, Nivea, Toyota, Lacoste e moltissimi altri.

Negli ultimi dieci anni ha lavorato a più di 3.000 brani in veste di produttore, chitarrista, arrangiatore o compositore.

Per maggiori informazioni sugli eventi e per acquistare i biglietti è possibile consultare il sito ufficiale del festival: www.umbriablues.it

  (188)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini