1LUGNANO IN TEVERINA,  24 giugno 2019 – Sacha Naspini col romanzo ”Le case del malcontento” ha vinto la quinta edizione del Premio Letterario Città di Lugnano, al termine della pubblica votazione della giuria di esperti e della giuria popolare che, da parte sua, ha indicato come prescelto ”Idiota è una parola gentile” di Gianluca Wayne, mentre per la sezione racconti inediti, dedicati quest’anno al tema ‘La fotografia’, il vincitore è stato Diego Inghilleri con ”Rugby mon amour”, in gara con lui Giorgio Del Puente, Marco Ferrari, Nausica Manzi e Luca Santoro.

I Rosoni d’argento per la Cultura del Comune sono andati anche a Serena Dandini e Franco Lorenzoni, maestro di Amelia che ha pubblicato con Sellerio vari libri sulla sua innovativa esperienza didattica con piccoli e grandi. Ilaria Patamia ha invece recitato alcuni monologhi tratti dal libro della Dandini ”Ferite a morte”, temi che si legano al sostegno quest’anno diTelefono Rosa a cui andranno i proventi della vendita del libro con i  racconti finalisti.

Il vincitore, già autore di cinque opere, Da l’Ingrato del 2006 a Il gran diavolo del 2014, descrive la vita e i misteri del piccolo paese sulla maremma, le case, rendendo questo piccolo mondo aspro e incattivito metafora di una realtà più generale. I premi sono stati consegnati dal vice sindaco Alessandro Dimiziani. La giuria di esperti che ha selezionato i finalisti e votato per il vincitore è stata presieduta da Paolo Petroni e composta da Massimiliano Boni (vincitore dell’edizione precedente), Daniela Carmosino, Annagrazia Martino, Giorgio Nisini, Giorgio Patrizi, Carlo Zanframundo, mentre la giuria popolare, intervenuta solo nel voto finale, è stata coordinata da Benedetta Tintillini.

  (92)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini