1FOLIGNO, 27 GIUGNO 2019 – Sarà ancora una volta la montagna folignate a fare da palcoscenico alla Stagione Amici della Musica di Foligno. In calendario un appuntamento di grande richiamo con la musica di Johann Sebastian Bach e le sue Variazioni Goldberg, in una affascinante versione affidata alla fisarmonica di Samuele Telari, giovane talentuoso musicista umbro, già noto al pubblico e alla critica internazionali. Il concerto, ingresso libero, sarà straordinariamente accolto nel Castello di Pale, Aula Verde dell’Altolina sabato 29 giugno ore 18. Un evento nato in collaborazione con FIE Foligno Valle Umbria Trekking in chiusura del Campus estivo Naturalistico che ogni anno l’Associazione dedica ai più giovani escursionisti e che vedrà anche la locale Pro Loco partecipare con aperitivo finale.

Prosegue quindi l’amicizia musica e ambiente che l’Associazione musicale folignate affida questa volta alle note di uno dei più grandi capolavori di tutti i tempi composto, come scrisse Bach stesso nel frontespizio dell’opera “Per gli intenditori, per il ristoro del loro spirito, da Johann Sebastian Bach, compositore della corte reale di Polonia e della corte elettorale della Sassonia, Maestro di Cappella e Direttore del Coro musicale di Lipsia. Norimberga, Balthasar Schmid, editore.

La composizione per clavicembalo è nota soprattutto come Variazioni Goldberg, scritta da Bach, con le sue trenta variazioni di un’unica Aria, su invito rivoltogli da un allievo, Johann Gottlieb Goldberg, al servizio del conte Hermann Carl von Keyserlingk, ambasciatore di Russia alla corte di Dresda, per intrattenerlo durante le lunghe ore di veglia procurategli dall’insonnia.

Le ascolteremo nella pace del Castello di Pale, dal talento del fisarmonicista Samuele Telari. 26enne nato a Spoleto, musicista in grande ascesa, con concerti in tutto il mondo e prestigiosi premi in concorsi quali “Città di Castelfidardo” (2013).

Telari si esibisce come solista e con importanti orchestre, quali I Virtuosi Italiani, The State Hermitage Orchestra di San Pietroburgo con i quali ha eseguito in Prima Mondiale il Concerto per Fisarmonica e Orchestra “Zenith” di Enrico Blatti. Ha suonato alla Royal Academy of Music di Londra, ha esordito con l’Imago Sonora ensemble presso la Sala Casella dell’Accademia Filarmonica Romana eseguendo Prime Assolute di Telli, Quagliarini, Fournier, Gentile.

 

 

  (132)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini