E' SALITO SUL PODIO AI CAMPIONATI DEL MONDO BUDAPEST PER LA SPECIALITA' SPADA MASCHILE INDIVIDUALE. «RESTA IL RAMMARICO MA È UN PODIO PREZIOSO IN CHIAVE OLIMPICA»

1BUDAPEST, 20 LUGLIO 2019 –  – Bronzo iridato per l’Umbria. Lo spadista di Foligno, Andrea Santarelli conquista una splendida medaglia di bronzo ai campionati mondiali Budapest2019. Il portacolori delle Fiamme Oro, cresciuto schermisticamente sulle pedane del Club Scherma Foligno, si ferma solo in semifinale al cospetto del beniamino di casa, l’ungherese Gergely Siklosi con il punteggio di 15-9, al termine di un match dove dopo un iniziale vantaggio, l’azzurro è stato rimontato dal magiaro che ha spalancato dinanzi a sé le porte della finalissima.
Ai quarti Andrea Santarelli aveva raccolto gli applausi del pubblico ungherese superando per 15-12 il bicampione del Mondo francese, Yannick Borel mostrando tutto il suo talento sulla scena iridata.

2«È una medaglia che festeggio – ha spiegato l’azzurro in zona mista – perché ho affrontato questa gara individuale senza patemi e senza ansie. Sono a Budapest più per la gara a squadre e l’abbiamo preparata tantissimo. Questo bronzo vale molto sul piano della consapevolezza del mio valore, ma l’obiettivo è qualificarsi a Tokyo2020 con la squadra. Sono un po’ amareggiato – ha continuato Santarelli – per come ho affrontato la semifinale. Sono andato in vantaggio ma poi ho subìto l’avversario e alcune sue stoccate che mi hanno tolto un po’ di sicurezza. Ma è un bronzo che vale tanto!».
Il vice campione europeo a Dusseldorf2019, dopo aver superato all’esordio di giornata il cileno Pablo Nunez per 15-8, ha sconfitto lo statunitense Adam Rodney col punteggio di 15-10 e, a seguire, ha superato 15-9 il francese Alexandre Bardenet nell’assalto degli ottavi di finale, prima di avere ragione del francese Borel ai quarti di finale.
Stop nel primo assalto di giornata invece per i siciliani Marco Fichera, Enrico Garozzo e il toscano Gabriele Cimini. Il primo è stato superato 15-12 dal numero 1 del tabellone, il francese Yannick Borel, mentre Enrico Garozzo ha subìto il 15-10 dal danese Frederik Von Der Osten. L’esordiente Gabriele Cimini, invece, è stato eliminato dalla stoccata del 15-14 portata a segno dallo svizzero Benjamin Steffen.

La gara di spada maschile ha un valore particolare per l’Italia: è infatti la prima edizione del Trofeo “Edoardo Mangiarotti” che, su scelta della Federazione Internazionale di Scherma, è stata dedicata al Re di Spade.

Andrea Santarelli e compagni torneranno in pedana lunedì per la gara a squadre di spada maschile, importantissima in chiave qualifica olimpica a Tokyo2020.

 

 

 

  (157)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini