L’ASSESSORE PETTIROSSI: “IMPORTANTI I LUOGHI DI CONFRONTO E LE BUONE IDEE CHE DIVENTANO POI PROGETTI ”

paolettipettirossiraspadoriASSISI, 22 LUGLIO 2019 – Continua la collaborazione tra il Comune di Assisi e l’Università degli studi di Perugia con il master in progettazione e accesso ai fondi europei per la cultura, la creatività e il multimediale, diretto dal professore di diritto internazionale Fabio Raspadori.  Iniziata nel 2017 ha già prodotto alcune attività importanti: un convegno sui finanziamenti europei, un’iniziativa con le scuole sull’Europa, una convenzione tra i due enti per attivare progetti comuni, borse di studio, tirocini. Molte altre iniziative sono in cantiere per rendere il nostro territorio comunale sempre più capace di intercettare i finanziamenti e le opportunità provenienti dall’Unione europea. Di recente il sindaco Stefania Proietti e l’assessore alle politiche scolastiche e fondi europei Simone Pettirossi sono intervenuti al master e hanno potuto confrontarsi con i corsisti sulla progettazione europea, in particolare sui temi della sostenibilità ambientale, della valorizzazione culturale, dell’uso delle nuove tecnologie per promuovere beni architettonici, opere d’arte e bellezze del territorio.

lectiopettirossi“La sinergia tra enti – ha sottolineato l’assessore Pettirossi – è fondamentale per creare reti sempre più ampie ed efficienti, indispensabili per poter presentare progetti di qualità a livello europeo. Come ci ricorda la teoria della “triple helix”, infatti, solo in contesti in cui si sviluppi un costante e proficuo rapporto tra governi locali, enti di formazione e imprese è possibile creare le condizioni per uno sviluppo socio-economico dinamico e creativo, capace di produrre cultura e innovazione. Anche nella progettazione europea la cosa più importante è creare luoghi di confronto e far emergere buone idee, che si trasformino poi in progetti”

Dal confronto con gli studenti e con il direttore del master sono emerse molte suggestioni e si sta già pensando di rafforzare ulteriormente la collaborazione, visto che questo percorso è del tutto coerente con la vocazione culturale, turistica e internazionale della Città di Assisi.

 

  (77)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini