Sabato 27 e domenica 28 luglio anteprima estiva della rassegna editoriale promossa dalla Regione Umbria in occasione di Suoni controvento, festival di performance artistiche nel Parco del Monte Cucco. Incontri e presentazioni con gli editori umbri e due appuntamenti di trekking letterario con Mauro Covacich e Marcello Fois

1PERUGIA, 25 LUGLIO 2019 – Si avvicina al suo venticinquesimo compleanno con un’anteprima “in alta quota” Umbrialibri, la rassegna editoriale promossa dalla Regione Umbria in programma dal 4 al 6 ottobre a Perugia e che quest’anno avrà come titolo/filo conduttore Sulla strada. Sabato 27 e domenica 28 luglio, infatti, a Villa Anita di Sigillo Umbrialibri porterà un’ampia selezioni di editori umbri, incontri e presentazioni all’interno del programma di Suoni Controvento 2019, festival di performance artistiche nel Parco del Monte Cucco. Oltre ai 12 appuntamenti con le 13 case editrici umbre presenti (ali&no editrice, Bertoni Editore, Calzetti & Mariucci, Cittadella Editrice, Dalia Edizioni, Edizioni Corsare, Francesco Tozzuolo Editore, Francesco Zampa Editore, Futura Edizioni, Graphe.it Edizioni, Il Formichiere, Intermedia Edizioni, Morlacchi Editore), Umbrialibri in alta quota proporrà due camminate letterarie in collaborazione con l’associazione L’Olivo e la Ginestra e con l’associazione Tra Montana.

Sabato 27 luglio, dalle 15.30, con Marcello Fois e il suo Renzo, Lucia e io (Add editore), insieme a Giovanni Dozzini, si rivivrà l’opera dei Promessi Sposi percorrendo ad anello il sentiero che collega il Rifugio La Valletta all’abbeveratoio del Colle degli Scogli. Domenica 28 luglio, dalle 15, Giannermete Romani accompagnerà Mauro Covacich – anche in questo caso lungo un percorso ad anello dal Ristorante Tobia, punto di partenza e di arrivo, lungo il sentiero, Valle di San Pietro – nel trekking letterario di presentazione del suo libro Di chi è questo cuore (La Nave di Teseo), tra i 12 semifinalisti del premio Strega 2019.

 

Programma completo: www.umbrialibri.com (122)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini