L’appuntamento è domenica 4 agosto alle 18.30 in via Tullio Pontani

2Nocera Umbra, 2 agosto 2019  – Porta Santa Croce inaugura la sua “Locanda”. Un taglio del nastro importante, quello previsto per domenica 4 agosto alle 18.30 in via Tullio Pontani, per il quartiere rossoverde, che ha così a disposizione un importante punto aggregativo all’interno del centro storico. E grande è stato il lavoro dei contradaioli per adattare i locali dell’ex convento delle Clarisse alle necessità della Locanda. Ora è tutto pronto per l’edizione del Trentennale del Palio dei Quartieri, durante la quale, dal 5 all’11 agosto, Porta Santa Croce e Borgo San Martino si sfideranno a colpi di rievocazioni storiche e competizioni agonistiche per conquistare il Palio. “Fin dagli inizi della Festa, Porta Santa Croce ha avuto delle difficoltà con la sua taverna, per non parlare della situazione precaria del dopo sisma – spiega il presidente di Porta Santa Croce, Daniele Sorbelli –. Avere la Locanda all’interno del centro storico rappresenta il vero significato del Palio, che è partito proprio dalla valorizzazione e riappropriazione del centro, e significa dare al Quartiere la taverna che merita. Ringrazio tutti i contradaioli che hanno lavorato con grande impegno per allestire la Locanda e anche a quelli che stanno lavorando per l’organizzazione di tutte le altre attività legate allo svolgimento del Palio, che hanno permesso che contemporaneamente si svolgesse anche questo lavoro.

Ringrazio, inoltre, anche chi ha lavorato negli anni passati per questo stesso obiettivo, perché col suo lavoro ci ha permesso oggi di affrontare lo sforzo economico che abbiamo fatto e di giungere a questa inaugurazione. Grazie anche ai tecnici, agli uffici comunali e alle ditte che hanno lavorato anche al di fuori dei consueti orari di lavoro per permetterci di terminare i lavori in tempo. Voglio sottolineare che questi lavori e questo impegno sono a vantaggio di tutti, perché ora la città ha a disposizione un bellissimo locale che appartiene alla collettività”.

(156)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini