1Città di Castello, 12 agosto 2019 – Anche durante il fine settimana appena trascorso i reparti dell’Arma operanti in Alto Tevere hanno effettuato mirati servizi per contrastare le condotte di guida pericolose e, in particolare, per individuare coloro i quali guidano sotto l’effetto di alcool o stupefacenti. La notte di domenica u.s. i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno controllato un uomo residente in Lombardia alla guida di un’autovettura. Sospettando che questi avesse bevuto un più del dovuto, i militari hanno deciso di sottoporlo, nel rispetto delle garanzie di legge, ad esame con etilometro. L’esito finale ha fornito un tasso alcolemico ben oltre il limite di Legge e, per tale motivo, è stato denunciato in stato di libertà e la patente di guida immediatamente ritirata. Anche nel corso della nottata di domenica 21 luglio u.s., un secondo automobilista è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Monte Santa Maria Tiberina. Si tratta di un 19enne residente nell’Alta Valle del Tevere. Controllato nel centro abitato di Città di Castello alla guida di una utilitaria, è risultato avere un tasso alcolemico doppio rispetto al massimo consentito.

L’episodio più eclatante, tuttavia, si è però verificato nella serata del 10 luglio u.s. in Città di Castello. I militari della Stazione Carabinieri di Trestina sono intervenuti in un sinistro stradale verificatosi tra un’autovettura e una bicicletta. La particolarità è stata che, questa volta, è stato l’uomo alla guida della bicicletta, un tifernate 56enne, che, oltre ad aver riportato lievi contusioni giudicate guaribili in pochi giorni, dall’ospedale di Città di Castello, aveva un tasso alcolemico nel sangue di quasi otto volte superiore al limite consentito.

Nella nottata di domenica 30 giugno u.s., in ultimo, un’altra vicenda preoccupante si è verificata ad Umbertide. I militari della locale Stazione sono intervenuti per un sinistro stradale a causa del quale un autocarro aveva inspiegabilmente urtato due pali dell’illuminazione pubblica. Lo straniero alla guida, un 40enne, sottoposto ad esame con etilometro, è risultato avere un tasso alcolemico più del triplo rispetto al massimo consentito. Anche in questo caso, al conducente è stata ritirata la patente di guida.

È da evidenziare, infine, l’impegno dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Città di Castello nell’intensificazione dei controlli alla circolazione stradale dall’inizio del periodo estivo, che si è tradotto nella contestazione, da inizio giugno ad oggi, di oltre 50 violazioni al Codice della Strada per un importo complessivo di oltre Euro 9.800, decurtazione di 139 punti complessivi alle varie patenti di guida e n.7 patenti di guida ritirate per tutte le violazioni accertate. (139)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini