polizia-stradale-_arrestoPerugia, 21 agosto 2019 – La Polizia di Stato, nell’ambito del potenziamento dei controlli di legalità posti in essere durante la settimana di Ferragosto, caratterizzata da un importante incremento di traffico vacanziero interessante la nostra Regione sia per il raggiungimento delle locali mete turistiche sia per il transito da e verso queste, ha dispiegato nel territorio perugino una intensificazione dei servizi di Polizia Stradale, la cui efficace azione di controllo ha portato alla contestazione di ben 523 infrazioni al Codice della Strada, rilevate tanto in occasione di servizi speciali, quanto nel corso dell’ordinario pattugliamento delle arterie principali di flusso veicolare.

Nell’ambito di detti controlli, in attuazione alla campagna europea Tispol “Speed” rivolta al controllo del rispetto dei limiti di velocità nelle arterie di pertinenza, trova particolare rilievo l’attività operata sul raccordo autostradale RA06 Perugia Bettolle dalle pattuglie del Distaccamento Polizia Stradale di Castiglione del Lago, che hanno rilevato, grazie anche all’utilizzo delle apparecchiature speciali in dotazione per detti specifici servizi, n.262 infrazioni per superamento dei limiti di velocità di cui n.93 infrazioni per il superamento di oltre 40 km/h il limite imposto dalla segnaletica e n.14 per aver superato detto limite di velocità di oltre 60 km/h, sanzioni che comporteranno, oltre alla sanzione pecuniaria, nel primo caso,  la sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi con decurtazione di 6 punti mentre, per il superamento di oltre 60km, il trasgressore incorrerà nella sospensione della patente per un periodo da 6 a 12 mesi con decurtazioni di 10 punti.

Il significativo risultato raggiunto sia quantitativamente che qualitativamente nei controlli operati, unito all’opera di prevenzione nel costante e capillare pattugliamento, ha altresì consentito di contenere il fenomeno dell’incidentalità stante che, nel periodo attenzionato, gli incidenti stradali rilevati sono stati 12 di cui 5 con feriti, ma nessuno di particolare gravità. (136)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini