1Perugia, 21 agosto 2019 – L’Arma dei Carabinieri di Perugia sta proseguendo l’attività di duro contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, intensificata nel periodo estivo ed estesa, oltre che all’acropoli cittadina, anche all’hinterland perugino. I militari appartenenti alla Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, infatti, nelle ultime ore, al termine di un servizio antidroga, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, due cittadini albanesi, entrambi 25enni e incensurati, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto dei due pusher è scaturito da una vigile attività di osservazione sui soggetti.

Nel corso di uno di questi servizi, gli operanti, insospettiti dall’atteggiamento degli odierni ristretti, hanno effettuato un blitz all’interno dell’autovettura a loro in uso nel corso del quale i malviventi, a seguito di perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di:

  • 17 (diciassette) involucri in cellophane termosaldati contenenti complessivamente gr. 12 (dodici) circa di sostanza stupefacente del tipo cocaina;
  • 3 (tre) telefoni cellulari, utilizzati per concordare appuntamenti con i clienti;
  • La somma contante di 130,00 (centotrenta/00) Euro, ritenuta provento dell’attività illecita.

I due arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria inquirente.

Il Giudice monocratico, al termine della predetta udienza, dopo aver convalidato l’arresto per entrambi, ne ha disposto l’espulsione dal territorio nazionale.

  (54)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini