Il nuovo comandante della compagnia dei carabinieri, maggiore Alessandro Perticoli Ridolfini, si è presentato oggi ai giornalisti e ha dichiarato “guerra” ai reati di tipo predatorio e allo spaccio

1FOLIGNO, 22 agosto 2019 – Si chiama Alessandro Pericoli Ridolfini e ha 46 anni ed è di Roma il nuovo comandante della compagnia Carabinieri di Foligno. E’ arrivato in città da due giorni e questa mattina il maggiore si è presentato ai giornalisti. Nel ringraziare il suo predecessore, il capitano Angelo Zizzi, promosso a nuovo e delicato incarico in Calabria, l’ufficiale si è detto felice di essere stato destinato nella città conosciuta come “lu centru de lu munnu”. Sposato e padre di due bambine di 8 e 6 anni, il maggiore Alessandro Pericoli Ridolfini è stato presentato in conferenza stampa dal tenente colonnello Morra del comando provinciale di Perugia. «Stiano qui per servire il cittadino –ha esordito il maggiore Alessandro Pericoli Ridolfini- e le problematiche della città di Foligno sono i reati di tipo predatorio (furti nelle abitazioni) e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Per questi reati tolleranza zero, quindi chiedo un aiuto anche da parte dei cittadini a segnalare e denunciare situazioni che possono essere di aiuto alle nostre investigazioni».

2Ha poi fatto sapere che girerà in città a piedi, per conoscere il tessuto del centro storico, incontrare la gente. Il nuovo comandante dei Carabinieri conosce l’Umbria, per essere stato a Perugia in ordine pubblico durante le partite di calcio e per avere sposato una donna della provincia di Terni.  Massimao collaborazione con il Commissariato di Polizia, retto dal vice questore Bruno Antonini. Il maggiore Alessandro Pericoli Ridolfini si è laureato in giurisprudenza presso l’università La Sapienza di Roma. Si è arruolato nell’arma nel 1999, come ufficiale di complemento e, a seguito di concorso, è stato nominato nel 2006 sottotenente del ruolo speciale in servizio permanente. In questi anni ha svolto incarichi presso la scuola allievi carabinieri di Roma, come comandante di plotone: ufficio relazioni con il pubblico al comando generale, è stato al raggruppamento elicotteri, al centro di selezione e reclutamento, ove, in qualità di perito selettore attitudinale, continua –su esplicita richiesta- a svolgere periodicamente tale attività. E’ stato al servizio centrale di protezione, presso il DCPC del Ministero dell’Interno, all’ottavo reggimento carabinieri Lazio come comandante della 1^ compagnia che ha retto per sei anni prima dio essere destinato a Foligno.

  (150)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini