Dal 6 all'8 settembre 2019 per conoscere, promuovere e diffondere la danza. Una serata anche a Tuoro sul Trasimeno

conf-stampa_corpiuscentiPERUGIA, 29 agosto 2019 – Tre giornate dedicate alla danza contemporanea tra incontri, masterclass, dialoghi tra operatori regionali, nazionali ed internazionali, artisti e pubblico, talk, residenze creative e spettacoli per coinvolgere danzatori, artisti e appassionati dell’arte coreutica. È Corpi Uscenti 2019, l’evento di chiusura del progetto HOME | Centro Creazione Coreografica – la prima Residenza Artistica in Umbria dedicata alla danza – in programma dal 6 all’8 settembre nel Complesso Sant’Anna a Perugia e con una serata a Tuoro sul Trasimeno. Un weekend che vuole essere una vivace espressione della contemporaneità, un sostegno alle realtà professionali locali, un supporto all’arte emergente e una ‘casa’ per spettacoli e ricerche di rilievo nazionale e internazionale.

corpi_uscenti2019Siamo felici di aver aperto l’esperienza delle residenze artistiche alla danza –le parole dell’Assessore alla cultura della Regione Umbria Fernanda Cecchinie di averlo fatto con un’associazione affermata a produttiva, che sta fermamente contribuendo a rafforzare la cultura della danza nel territorio”. “Crediamo nello strumento educativo della danza -ha detto l’assessore alla cultura del Comune di Perugia Leonardo Varasanoe riteniamo che in questo appuntamento vi sia una valenza della danza stessa non solo come espressione artistica e bellezza, ma anche nella sua dimensione educativa e culturale più ampia. Di questo sono particolarmente grato a Dance Gallery che compie 25 anni di attività, sintomo di un lavoro ben fatto e apprezzato.” Corpi Uscenti è curato da Dance Gallery, – con il sostegno di MiBAC, Regione Umbria, Comune di Perugia, in collaborazione con TSU Teatro Stabile dell’Umbria, Proloco e C.I.S. Tuoro sul Trasimeno, Bande musicali di Tuoro e Pozzuolo, Associazione Borgo Bello – l’associazione culturale che quest’anno festeggia i 25 anni di presenza e attività nel territorio di Perugia e della Regione e che, da sempre, punta sull’emancipazione della danza contemporanea e sulla diversificazione dei linguaggi contemporanei del corpo come proprio faro guida.

 

IL PROGRAMMA

Gli artisti “made in Umbria” e la prima Fiera della danza

Venerdì 6 settembre, il primo giorno di Corpi Uscenti, è interamente dedicato alla creazione fisica e coreografica “made in Umbria”, al dialogo e allo scambio reciproco tra artisti e operatori.

Si comincia con la prima Fiera della danza, un evento di incontro e presentazione tra artisti e operatori. Gli artisti condivideranno il loro lavoro adottando un modello di Fiera, in cui ciascuno di essi, al proprio tavolo, presenterà formalmente o informalmente attività e ricerche recenti attraverso video, presentazioni power-point, copie cartacee o materiali elettronici. La Fiera della Danza è aperta al pubblico dalle 11 alle 13, ed è rivolta a qualsiasi artista professionista che opera in Umbria e la cui forma espressiva comprenda movimento o danza.

 

Dalle 14 alle 16 si terrà lo Speed Networking dove gli artisti e gli operatori locali potranno dialogare, conoscersi e ‘fare rete’ con gli operatori nazionali e internazionali partner del progetto HOME: Adele BevilacquaTSU Teatro Stabile dell’Umbria, Stefano Mazzotta Zerogrammi/Casa Luft, Gerarda Ventura Anghiari Dance Hub, Emma Cianchi Centro Art Garage, Bridget Fiske Manchester Dance Consortium, Lenka FloryKoresponDance Festival, Valentina Romito HOME | Centro Creazione Coreografica.

Nel pomeriggio, dalle 17 alle 20, spazio dedicato ai danzatori e coreografi umbri. Lucia Guarino presenta il suo “Superstite (appunti di ricerca)”, una riflessione su ciò che rimane dopo una mutazione, un cambiamento e si fa carico di una storia  che a tratti appare sbiadita o mutilata. Luca Calderini con il suo “Scars” inizia e conclude con due cerimonie, di forte valenza simbolica, per poi abbattere la drammaturgia classica, rigida e prestabilita. Paolo Rosini presenta “Oriri”, un’esperienza intima, una meditazione sul fluire mutevole della vita e sulla sua inafferrabilità. Debora Renzi e Mattia Maiotti saliranno sul palco con “Non ci resta che spalare la neve” (primo studio) in cui, partendo da una personale riflessione, cercano di definire cosa sia la loro comune sensazione di equilibrio precario, una sensazione intima che rende eterno quell’attimo prima di cedere. Francesca Arcuri andrà in scena con “I’m HERE Body I-material”, un viaggio intimo e profondo sul proprio destino e sul presente del corpo.

Alle 23, a Perugia lungo Corso Cavour, è la volta della performance “Los the ultramar”, il progetto partecipativo che coinvolge i cittadini di Perugia e Tuoro con i danzatori della Compagnia messicana FOCO AL AIRE e le bande musicali di Tuoro e Pozzuolo, dirette dal Maestro Emanuele Ragni. Tutti coloro che hanno risposto alla call lanciata a luglio 2019, a cui si chiedeva di vivere un’esperienza immersiva nella danza, nella musica e nella cultura messicana, si esibiranno insieme alla compagnia per una serata di festa.

La Compagnia Foco al Aire productions nasce in Germania e dal 2007 è co-diretta da Marcela Sánchez Mota e Octavio Zeivy, due registi con percorsi ed esperienze molto varie e divergenti ma la stessa passione per le arti visive, il cinema, la fotografia, la musica, la letteratura e il teatro; uniscono quindi le loro diverse culture personali e le loro esperienze in un unico processo creativo.

 

Masterclass, talk e spettacoli

Sabato 7 settembre i partner del progetto HOME, Bridget Fiske, Emma Cianchi e Stefano Mazzotta, terranno delle masterclass a cui seguirà un talk legato alle loro esperienze produttive, con riferimento ai territori che abitano e le opportunità che presentano.

Alle 18 la direttrice artistica di Anghiari Dance Hub Gerarda Ventura, fondatrice del network internazionale DBM – Danse Bassin Méditerranée, terrà l’incontro dal titolo “L’Italia non è un paese…per over 35!”, un’occasione per analizzare le politiche nazionali degli ultimi 15 anni volte a favorire la produzione giovanile attraverso il dispositivo dei ”bandi”, senza mettere in campo politiche di lunga durata a sostegno della produzione, e soprattutto della distribuzione.

Alle 19.30 lo spettacolo “Silence – Music of life” della Compagnia Art Garage, con la coreografia di Emma Cianchi e la musica dal vivo di Eugenio Fabiani. Sound-Artist Dario Casillo. Interpreti: Maria Anzivino, Ginevra Cecere, Marcella Martusciello e Antonio Nicastro. Una performance di danza contemporanea e musica elettronica che prova a ridare dignità al rumore di fondo con il movimento nel “momento”. Un lavoro di ricerca ispirato dalla famosa composizione di John Cage, del 1952, intitolata 4’:33”.

Alle 22 la performance “Los the ultramar” replica nel centro storico di Tuoro sul Trasimeno. La compagnia FOCO AL AIRE sarà accompagnata dai cittadini di Perugia e Tuoro, le bande musicali di Tuoro e Pozzuolo e 4 danzatrici professioniste dell’Umbria.

 

Ricerca, performance e opportunità. Gli artisti in residenza creativa

Domenica 8 settembre è la giornata dedicata alle masterclass e alle presentazioni dei lavori degli artisti in residenza creativa Sara Orselli, Riccardo Meneghini, Ilenia Romano e Daria Menichetti (dalle ore 20.30). Sara Orselli e Riccardo Meneghini presentano la TRILOGIA “Still there within”, “With You”, “Alone” (solo-duo-solo). In “Still There” (solo) forme come memorie si ripetono ostinatamente, diventando possibilità di trasformazione del vissuto. In “With You” (duo) i protagonisti si vogliono riflettere l’uno nell’altro con il desiderio di condividere gli stessi valori, ma guidati dall’impulso di sentirsi completi e realizzati solamente con l’altro. “Alone” (solo) è un viaggio d’introspezione nel quale la medicina alla sofferenza intrinseca alla vita stessa viene ritrovata dentro di noi. (Produzione della Compagnia Simona Bucci). Ilenia Romano presenta “Argentea. Primo studio” (On Time#3), una delle tappe del progetto ON TIME che nasce da una personale necessità di mettere una lente d’ingrandimento sul Tempo. Una necessità che affonda le sue radici nel mio interesse verso diverse modalità compositive musicali così come nella pratica di arti marziali interne. (Col sostegno di Anghiari Dance Hub, Scenario Pubblico/CZD e con il sostegno residenziale dell’Associazione Sosta Palmizi). Daria Menichetti presenta WALDEN (secondo studio/titolo provvisorio), ispirato all’omonimo libro di Henry David Thoreau (Walden ovvero vita nei boschi). Il lavoro esprime un diverso modo di vivere il tempo, un tempo dilatato dell’ascolto e del presente, dove nella lentezza emerge l’interiorità. Compagnia DES ÂMES, con Silvia Mai, Francesco Manenti e Daria Menichetti. Produzione DanceMe (Perypezye Urbane).

Al termine delle presentazioni, gli operatori partner del progetto HOME sceglieranno l’artista al quale assegnare una residenza artistica nel proprio spazio creativo o Festival. Un’opportunità per i giovani artisti offerta dal Centro Creazione Coreografica perugino che ambisce, non solo a sostenere e ospitare i danzatori nel loro processo creativo, ma creare concrete occasioni di scambio e crescita professionale.

 

INFO Ingresso incontri: libero / Ingresso spettacoli: 5 euro

Tel. 338 2345901 // Email: info@dancegallery.it | www.dancegallery.it (64)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini