1FOLIGNO, 01 SETTEMBRE 2019 – Le prove ufficiali che si dovevano tenere ieri pomeriggio, sono state rinviate a questa mattina. Il temporale di ieri, che ha privocato diversi danni, fra cui la cvaduta di alberi al Parcop dei Canapè e a Borroni, nonchè l’allagamento della strada in via dei Mille, ha cionbsigliato il presidente della commissione tecnica,Lucio Cacace, a far rischiare ai binomi  la discesa in campo. Così questa mattina, i cavalli hanno effettuato la prova ufficiale. Il più veloce è stato Massimo Gubbini del rione Croce Bianca: 52.83. Ottima performance, anche, per l’Audace del Rione Spada Daniele Scarponi che, in sella a City Hunter, ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 53 secondi e 25 centesimi, anche lui con percorso netto.   Chiude il lotto dei più veloci Mattia Zannori  che in sella a Macchia d’Olio, per i colori del Rione La Mora, ha terminato la sua tornata più veloce con il tempo di 53 secondi e 49 centesimi, anche, per lui carriera senza errori.

La pista, dopo la pioggia di ieri, era ottima, grazie allo stabilizzato naturale, livellata e poi battuto che non consente di “sfrangiarsi”, come invece accadeva molti anni fa, quando bisognava ricorrere alla copertura del campo con teloni di nylon. Il manufatto presenta ottime caratteristiche per l’incolumità degli animali. e dei cavalieri I granuli di terra, infatti, sono addensati in un insieme compatto che aumenta la stabilità di tenuta. Adesso non resta che attendere il 15 settembre. I cavalieri folignati, Luca Innocenzi, Massimo Gubbini e Daniele Scarponi sono ormai entrati nella leggenda della Quintana, ma il protagonista da battere e con il quale fare i conti è Pierluigi Chicchini, “l’ultimo cinto in ultima tenzone”.

aIn pool position anche  il Baldo del Morlupo, Lorenzo Paci che uole affrancarsi dall’errore che a giugno lo ha tolto di mezzo. Mattia Zannori, invece, è determinato a continuare dopo la bellissima Quintana di giugno. Il Generoso de La Mora, dunque, è pronto ad offrire un’altra grande prestazione. Lottare fino in fondo è quello che chiedono i rionali al Gagliardo dell’Ammanniti e all’Ardito del Badia. Marco Diafaldi, 33enne faentino, deve dimenticare in fretta le ultime prestazioni e disputare una gara convincente come fece al suo esordio al Campo de li Giochi. In via Garibaldi sono tutti per Cristian Cordari, non c’è dubbio, il cavaliere di Servigliano che ha regalato al Badia una vittoria storica.  Cristian è pronto con la sua Agnesotta. Sarà una Quintana diversa anche per Daniele Ravagli, Furente di Contrastanga, e Alessandro Candelori, Animoso del Giotti. Entrambi hanno pagato lo scotto dell’esordio e sono chiamati a confermare le loro qualità offrendo una prova convincente. Questa mattina, a mezzogiorno, si è aperta anche la Fiera dei Soprastanti.

  (172)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini