Rossi e Mencarelli portano a termine la gara sotto le 10 ore. Tragitto di 238 km con 5500 metri di dislivello

1Bastia Umbra, 2 settembre 2019 – Tra i 4 mila ciclisti amatori che si sono dati appuntamento alla 39esima Otzaler Radmarathon nella valle dell’Otzal in Austria, hanno spiccato per la loro performance anche due rappresentanti umbri, Ivan Rossi e Luigi Mencarelli del Velo Club Assisi Bastia che sono riusciti nella difficile impresa di portare a termine il duro perorso di 238 km con 5500 metri di dislivello. Rossi ha chiuso la gara con il tempo 9:04 e Mencarelli con 9:45, migliorando i tempi della scorsa edizione. I due atleti anche per quest’anno hanno conquistato lo scudetto del tanto agognato circuito prendendo parte a tutte le gare in calendario. “E’ stata un’esperienza indimenticabile – ha commentato Rossi -, da gennaio ad oggi ci siamo impegnati molto per raggiungere l’ambito traguardo. Il nostro obiettivo – prosegue – era di migliorare il tempo dello scorso anno e grazie anche ad un tempo più clemente della passata edizione, in cui piovve sempre, ci siamo riusciti. Viste la bellezza e l’esperienza di questa manifestazione a livello mondiale, il prossimo anno vorremmo migliorarci ancora”.

Questa gara fa parte del circuito denominato “Prestigio” che comprende gare con partenza nelle principali città italiane ma con percorsi di gara che toccano anche Francia e Austria.

Ogni anno la Otzaler Radmarathon vanta oltre 15 mila iscritti, di cui solo un terzo riesce a partecipare e a portare a termine il percorso che si snoda attraverso i quattro passi (Kuthai, Brennero, Passo Giovo, Passo Rombo) che mettono a dura prova la preparazione atletica e la resistenza fisica ed emotiva dei ciclisti.

Lo slogan della manifestazione è “Ich habe einen traum”.. HO UN SOGNO.. e gli atleti si preparano tutto l’anno per riuscire a realizzarlo.

  (154)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini