1TERNI, 2 settembre 2019 –  – In merito alla nota diffusa a mezzo stampa dalla sigla sindacale Fsi – Usae circa la carenza di personale nelle strutture aziendali, la Direzione della Usl Umbria 2, al fine di fornire una corretta informazione ai lettori e all’opinione pubblica, precisa che nell’anno 2019 si è registrato un costante e progressivo aumento del personale in servizio. Dalle 3726 unità in servizio dello scorso 28 febbraio si è passati, infatti, a 3777 dipendenti (+51 unità) del 30 giugno mentre in data odierna, 2 settembre, i dipendenti dell’Azienda Usl Umbria 2 sono 3784, con un incremento di sette unità negli ultimi due mesi. Tutto ciò è avvenuto nonostante le note difficoltà a reclutare risorse umane sia per la carenza, che si riscontra in tutto il territorio nazionale, di alcune figure professionali specialistiche, sia per l’aumento dei pensionamenti con quota 100 o per raggiunti limiti di età e sia a causa della sospensione delle procedure concorsuali da parte della Regione Umbria per le vicende giudiziarie di questi ultimi mesi.

La direzione dell’Azienda Usl Umbria 2 intende rassicurare l’opinione pubblica ribadendo il massimo impegno nel mettere in campo ogni azione volta a garantire la funzionalità dei servizi e il potenziamento della pianta organica, come dimostrano le procedure poste in essere di recente per la Pediatria e il Punto Nascita dell’ospedale “Sana Matteo degli Infermi” di Spoleto

  (181)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini