Si svolgeranno da venerdì 6 a domenica 8 settembre alla bocciofila trevana. Moreno Rosati: “Ho un sogno, portare i Mondiali in Umbria nel prossimo quadriennio olimpico”

1Trevi, 4 settembre 2019 – Sono stati presentati martedì 3 settembre a Trevi i Campionati italiani di bocce, categoria Juniores, in programma da venerdì 6 a domenica 8 settembre nella bocciofila trevana. Tanti gli intervenuti, tra cui i giovani talenti Laura Picchio, Gilda Franceschini, Giordano Cerquiglini e i fratelli Alimenti, oltre al neocampione italiano over 60 Alfio Berrettoni. Presente anche il presidente della Regione Umbria Fabio Paparelli. “Lo sport – ha dichiarato Paparelli – è un veicolo importante per incrementare la presenza di turismo nel territorio nel periodo di destagionalizzazione. Le bocce hanno una lunga tradizione nella storia del Paese ed è una disciplina che riesce a coinvolgere tutte le fasce di età. Rappresenta un vero e proprio sport intergenerazionale. Ringrazio la Federazione, questa manifestazione potrebbe essere un primo passo verso un percorso importante”. Percorso che Moreno Rosati, vicepresidente vicario della Federazione italiana bocce (Fib), intervenuto alla conferenza, non nasconde: “Grazie alla buona riuscita di altri eventi di rilievo, siamo convenuti con l’amministrazione locale di poter organizzare l’ennesima kermesse nazionale qui a Trevi, sintomo di consolidazione di queste realtà nel panorama italiano.

Lo spettacolo sarà garantito e la diretta streaming potrà dare ancor di più visibilità alle qualità dei giovani talenti. Stiamo investendo molto sul futuro del nostro sport. Inoltre, ho un sogno nel cassetto: portare i Mondiali in Umbria nel prossimo quadriennio olimpico”. A prendere parte alla presentazione dell’evento anche il sindaco di Trevi Bernardino Sperandio e l’assessore allo sport Luca Pallucchi che hanno raccontato come l’evento sia stato possibile anche grazie alla grande spinta di chi gestisce il bocciodromo. “Il loro impegno è notevole – hanno dichiarato gli amministratori – e l’amministrazione ha fatto e farà di tutto per dare quei piccoli contributi utili a continuare su questa linea”. Sforzo sottolineato anche dal presidente della Fib regionale Umbro Brutti, che ha così commentato: “In questi mesi ci sono state solo risposte positive nell’organizzazione dell’evento. Per rendere appetibile il nostro territorio ci sarà anche una visita guidata nel programma del weekend. Io dico sempre: sbagliare meno possibile e non indovinare tutto vuol dire lavorare bene”.

Infine, il presidente della società di casa trevana, Andrea Ricci, ha chiuso il giro degli interventi: “Abbiamo svolto molte iniziative e avuto molte soddisfazioni. Voglio sottolineare il dono di Nazareno Finauro che ha permesso alla società di avere un defibrillatore. Senza togliere nulla agli altri, dopo il restyling posso affermare che Trevi ha il più bel bocciodromo umbro”. (158)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini