Sagra Musicale Umbra: Appuntamento domenica 15 settembre alle 18 nella Basilica di San Pietro. E lunedì 16 settembre debutta a Norcia – alle 17 sotto la quercia secolare di Nottoria – il nuovo progetto di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura con l'Orchestra da Camera di Perugia, TWO FOR TREE AND ORCHESTRA
Portrait von Philippe Herreweghe

Portrait von Philippe Herreweghe

PERUGIA, 14 SETTEMBRE 2019 – Il primo fine settimana della Sagra Musicale Umbra – che proseguirà poi fino al 22 settembre a Perugia e in altre città dell’Umbria – si chiude domenica 15 settembre nella Basilica di San Pietro di Perugia, con il concerto alle 18 del Collegium Vocale Gent e dell’Orchestre des Champs-Elysées diretti Philippe Herreweghe. Due ensemble di prestigio internazionale e un grande direttore per un programma di alto respiro spirituale e musicale (“Mitten wir im Leben sind” op. 23 n. 3, Choralkantate a 8 voci, di Felix Mendelssohn, “Christus factus est”, graduale a 4 voci; Due Aequali per tre tromboni, di Anton Bruckner, “Warum ist das Licht gegeben?” op. 74 n. 1, mottetto a 4-6 voci di Johannes Brahms) culminante con la meravigliosa Messa n. 2 in mi minore per coro a 8 voci e 15 strumenti di Bruckner, opera di rarissimo ascolto sul nostro territorio nazionale. Ad aprire la giornata di domenica, alle 12, Basiani, ensemble folkloristico del Patriarcato Georgiano si esibiranno al Complesso Museale di San Francesco Montefalco, per un concerto dedicato ai Canti per brindisi (i celebri Mravalzhamier), diffusi con numerose varianti in tutte le regioni della Georgia dove si produce vino, che accompagnano le lunghe serate conviviali attorno a tavole sontuosamente imbandite (Supra) e che vengono solitamente suggeriti dal capo brindisi (Tamada).

2Sarà invece l’ombra della secolare quercia di Nottoria, a Norcia, a tenere a battesimo lunedì 16 settembre, alle 17Two for tree and Orchestra, il nuovo progetto di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, in anteprima assoluta a ingresso gratuito per la Sagra Musicale Umbra 2019. Tromba, flicorno e bandoneon accompagnati per l’occasione dall’Orchestra da Camera di Perugia, già da tempo al fianco di due tra i più importanti protagonisti del jazz contemporaneo. Un concerto bucolico, quello del 16 settembre, che nasce dall’incontro tra uomo e natura e rimette il suono in dialogo col respiro del vento e il fruscio delle foglie. L’appuntamento di Norcia è promosso con il patrocinio e la collaborazione di Alberi Maestri aps, associazione per la tutela degli alberi, che promuove la salvaguardia dell’ambiente e in modo particolare la cura e la tutela del patrimonio arboreo, attraverso la diffusione della moderna arboricoltura e delle tecniche di treeclimbing. Un patrimonio, di cui l’Umbria è ricchissima, ben rappresentato dal grande albero alle porte di Norcia.

Anche per questo, vista la delicatezza ambientale del luogo, non si potrà raggiungere la sede del concerto in automobile, ma si dovrà parcheggiare lungo le mura di Norcia e da lì – con un transfert gratuito messo a disposizione dalla Fondazione Perugia Musica Classica onlus – si potrà arrivare a Nottoria (il servizio sarà disponibile, su prenotazione, dalle 15.30 fino all’inizio del concerto). Si raccomanda di indossare abbigliamento comodo, e di portare con sé coperte e cuscini per sedersi (e un cappello per proteggersi dal sole). In caso di maltempo, il concerto si terrà nel Palazzo delle Esposizioni di Norcia, in centro, nei pressi di piazza San Benedetto.

Programma e biglietti: www.perugiamusicaclassica.com/sagra-musicale-umbra (149)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini