Due giorni tra sogno e realtà per salutare l’equinozio d’autunno. Programma ricco di appuntamenti al teatro comunale e a Isola Maggiore

1Perugia, 18 settembre 2019 – “Se il Trasimeno divide le isole sono la chiave che unisce tutti i Comuni lacustri”. Con queste parole il vicepresidente della Provincia di Perugia e sindaco di Passignano, ha salutato la settima edizione di “Fiabando nell’Isola che c’è”, nata dalla creatività e dalla tenacia di Maria Pia Minotti, insegnante di lettere e psicoterapeuta. Questa mattina nella sede della Provincia di Piazza Italia è stata presentata la manifestazione che si terrà nei giorni dell’Equinozio d’Autunno, il 21 e 22 settembre. Grande soddisfazione è stata espressa dal vicesindaco di Tuoro alla sua prima esperienza con “Fiabando”, entusiasta di poter collaborare con gli organizzatori ai quali il Comune ha dato la massima disponibilità riconoscendo nell’iniziativa l’alto valore sociale, culturale e anche turistico. Concetto ripreso dalla rappresentante del Gal Trasimeno Orvietano che ha evidenziato come vivere due giorni immersi nella suggestione del mondo delle fiabe sia anche un modo per allontanarsi dalle preoccupazioni quotidiane. Convinta partecipazione a “Fiabando” è stata espressa da Marco Pareti che con l’Associazione “Trasimeno in Dialogo”, forte dell’esperienza maturata nel sostenere, promuovere e valorizzare i mestieri della tradizione, ha affiancato in maniera convinta e operativa l’organizzazione della due giorni. Tanti i protagonisti di questa avventura nella quale la fiaba sarà il “filo di parole” che accompagnerà tutti coloro che vorranno trascorrere momenti indimenticabili tra “C’era una volta….. e ancora c’è”.

Di seguito il Comunicato Stampa dell’organizzazione con il programma degli eventi

Il Gal Trasimeno Orvietano, il Comune di Tuoro sul Trasimeno, e di Magione, le Pro Loco di Tuoro e di Isola Maggiore , le Associazioni Nati per Leggere, Ars Cultura e Casa degli Artisti di Perugia, Trasimeno in Dialogo, la Biblioteca dei Piccoli di Passignano sul Trasimeno, Avis, il Circolo dei Rematori di San Feliciano che hanno patrocinato la manifestazione, ciascuno con compiti e ruoli diversi, invitano grandi e piccini, senza età e di ogni dove, a conversare intorno alla FIABA, il e a vivere una giornata , un po’ dentro e un po’ fuori del tempo.

La Fiaba,   mitica espressione della creatività umana,    si snoda attraverso quattro fasi , come una sinfonia o un sogno: la descrizione di un luogo, di un tempo senza tempo, dei personaggi principali, gli eventi che portano ad un allontanamento, poi ci sono tutte le azioni, avventure, magiche apparizioni, trasformazioni continue, poi la lotta e le dure prove ed infine, le nozze regali, e vissero contenti e felici. La fiaba, quindi, svolge un grande compito: quello di indicare la strada che ci porta, attraverso la separazione, l’incontro con l’Ombra, le prove, ad essere Uomini e Donne integre, cioè che raggiungono l’integrazione, dentro di sé, degli opposti maschile e femminile,

Il programma è intenso e variegato, le offerte dei relatori e degli artisti ricche di contenuti , di professionalità e di fantasia. Il 21 settembre, giorno dell’armonia tra i due principi alla base della vita dell’Uni-verso, quello maschile, il Sole,e quello femminile, la Luna, ci vedrà al Teatro Comunale di Tuoro sul Trasimeno per “Conversazioni intorno alla Fiaba”: origini di “Fiabando nell’Isola che c’è” fatta dalle drsse Serena Duchini Zullo di Castiglion del Lago e Silvia Rossi, di Tuoro sul Trasimeno, e dalla grafica Valentina Canocchi, di Poggibonsi (SI), le giovani che, dal 2012, hanno dato vita alle nostre manifestazioni; l’analisi della struttura letteraria, simbolica, presentata dalla drssa Maria Pia Minotti; i riferimenti mitologici, dalla drssa Erika Maderna. l’attività di Psicofiaba , Paola Biato, che ci aiuteranno a compre-hendere il messaggio nascosto in questo unico genere letterario, così misconosciuto, così banalizzato, così fuorviato da interventi non sempre corretti. Diego Comodo e le autrici leggeranno fiabe scritte in alcune passate edizioni da persone ignare , donne in generale, Friederike Hausmann e Sabine Rauch, Lucia Donati, Patrizia Marcheggiani e Letizia Gradassi, di varie età e di diversa preparazione culturale, tutte unite dalla stessa conoscenza archetipica e dalla voglia di “Fiabare”. Ascolteremo e godremo della narrazione, del canto e del suono della Kora, arpa africana, della drssa Silvia Balossi Restelli. Nella mattinata lo spazio-tempo per i più piccoli saranno gestiti dall’Associazione di Nati per Leggere di Tuoro sul Trasimeno e dalla Biblioteca dei Piccoli di Passignano sul Trasimeno, con accompagnamento musicale di Federico Valeri.

L’animazione sarà assicurata da Teresa Bruno e Gianna Moretti del Teatro C’Art di Castelfiorentino con il Laboratorio di Fiabe sonorizzate, il testo, “Una passeggiata nel bosco”, è stato scritto da Lidia e Antonio Siniscalchi di Roma, in una passata edizione di Fiabando con illustrazioni fatte da Stella Lupo di AMano Libera di Perugia, da Uri Noy-meir e Ilaria Olimpico , di Imagin Action, cittadini di Tuoro sul Trasimeno .Al termine Apericena, organizzata dalla Pro Loco di Tuoro sul Trasimeno. Verranno esposte le illustrazioni delle fiabe lette nella giornata da parte dei pittori della Casa degli Artisti e Ars Cultura di Perugia. I dipinti sono stati realizzati dalle pittrici Marina Sereda, Carla Medici, Maria Cristina Bigerna e Teresa Chiaraluce.

Il 22 settembre saremo ad Isola Maggiore, l’Isola che c’è, per “Vivere la Fiaba”, nelle varie manifestazioni: l’apertura della giornata, ore 10,00, sarà celebrata con l’arrivo nei pressi del pontile di Isola Maggiore di Agilla e Trasimeno portati dalla bellissima imbarcazione lignea, il Barchetto del Trasimeno. Seguiranno gli spettacoli, degli attori del Laboratorio Teatrale del martedì di Magione (PG), di Stefano Marzuoli del Teatro c’Art, di Samuele Mariotti del Circo libera tutti di Montelupo Fiorentino, della Compagnia Glam-gli asini di mercadante ,di narrazioni, giochi e laboratorio, scrittura creativa personale, guidata da operatori che ne scandiscono le tappe strutturali, con lo spazio-tempo per i più piccoli gestita dall’Ass. Nati per Leggere e dalla biblioteca dei Piccoli che li terrà occupati mentre i “grandi” scrivono. La giornata sarà accompagnata dalla musica itinerante di Federico Valeri.

Come già molti sanno, le nostre giornate sono state dettate dall’esigenza di dare visibilità ai Laboratori sulla Fiaba che, nel corso degli anni, sono stati tenuti a Isola Maggiore del Lago Trasimeno, a Poggibonsi (SI), a Castelfiorentino (FI); dalla volontà di far uscire la Fiaba dalla stanza dei bambini in cui, accidentalmente, secondo Tolkien , è stata relegata e dalla voglia di far scoprire il grande patrimonio di immaginazione, fantasia, intuizione che custodiamo, intatto ma inconscio, nel nostro cuore e nella nostra mente e che mettiamo al servizio di ogni cosa che realizziamo.

Fiabando è un’azione corale di professionisti uniti dall’entusiasmo, dalla volontaria disponibilità, dalla gioia dell’Essere e dell’Esserci, dalla voglia di gioco ma anche di apprendimento e sperimentazione continui. (137)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini