Appuntamento dal 28 settembre al 13 ottobre 2019. Tutto il programma dell'atteso evento

1TERNI, 19 settembre 2019 – La magia del medioevo con le sue atmosfere uniche, vissute in uno dei borghi più belli d’Italia, tornano a San Gemini (Terni) con la 46° edizione della Giostra dell’Arme che si terrà dal 28 settembre al 13 ottobre 2019. Non solo un torneo cavalleresco, ma un contenitore di eventi, iniziative, spettacoli, mostre, degustazioni. A dimostrazione che storia e cultura possono essere declinate in tanti modi. Anche all’interno di TerniOn, la notte bianca di Terni, la Giostra verrà promossa con un apposito stand e il consueto impegno dei due rioni, Rocca e Piazza, pronti ad inaugurare anche le proprie, celebri, taverne. Di seguito le dichiarazioni delle personalità intervenute alla presentazione ufficiale che si è tenuta giovedì mattina presso la Provincia di Terni.

David De Santis (Ente Giostra dell’Arme San Gemini – presidente):

“L’Ente Giostra ha saputo rinnovarsi negli ultimi tempi ed ora è pronto ad affrontare questa avventura che, giunta alla 46° edizione, coinvolge ogni anno migliaia di persone, popolando vie e piazze di San Gemini con spettacoli, momenti di agonismo, eventi e appuntamenti culturali. Vogliamo che la Giostra dell’Arme diventi sempre più attrattiva anche al di fuori dei confini del nostro territorio e gli investimenti compiuti vanno proprio in questo senso”.

Luciano Clementella (Sindaco di San Gemini):

“Sono state messe in campo le risorse migliori e più vive per dare al territorio un evento straordinario. La festa di San Gemini può contare su numeri che la dicono lunga sulla sua importanza, a partire dagli oltre 40 mila visitatori delle ultime edizioni. Un crescendo che ci auguriamo prosegua, con l’organizzazione di appuntamenti sempre più attrattivi. La degna conclusione è rappresentata dalla spettacolare giostra che quest’anno si terrà domenica 13 ottobre. Un rione, come sempre, la spunterà ma a vincere davvero sarà, come sempre, San Gemini e la sua gente”.

Agnese Cascioli (Ente Giostra dell’Arme San Gemini – responsabile eventi e immagine):

“Il tema scelto per questa edizione della Giostra dell’Arme è ‘il ciclo dei 12 mesi’: caratterizzerà tutte le manifestazioni organizzate dall’Ente, dai rioni così come dagli infioratori sangeminesi. Fra le novità principali c’è un diretto coinvolgimento, nelle iniziative, dei piccoli sangeminesi che diventano portatori di storia e cultura, ma anche una degustazione ‘medievale’ con Slow Food per promuovere le eccellenze del territorio. E poi l’apertura di alcuni luoghi solitamente non accessibili ai turisti, per svelare le perle del nostro borgo. In questo contesto si inserisce perfettamente la mostra di un grande artista umbro qual è Livio Orazio Valentini che verrà ospitata a palazzo Vecchio. Accanto a questo evento clou, ne avremo altri di assoluto interesse, come la ‘personale’ di Emiliano Alfonsi, colui che ha disegnato il manifesto dell’edizione 2019 della Giostra, cortei e sfilate a tema, conferenze e incontri con professori universitari, per giungere – è uno degli appuntamenti di maggiore importanza – anche alla rilettura di un ciclo di affreschi che si trovano all’interno di palazzo Vecchio e che sono, secondo illustri accademici, legati al ciclo dei 12 mesi. Una dimensione temporale che è il trait-d’union di questa 46° edizione”.

Massimo Duranti (curatore mostra Livio Orazio Valentini):

“Prosegue con successo la tradizione fatta di mostre di assoluto spessore all’interno della Giostra dell’Arme di San Gemini. Grazie al supporto del collega Andrea Baffoni ed a quello di Piero Zannori (curatore eventi artistici per l’Ente Giostra dell’Arme, ndR), siamo riusciti quest’anno a portare le opere di un artista di primissimo piano come Livio Orazio Valentini. A San Gemini sono passati i migliori artisti umbri, da Dottori a Burri a D’Orazio, ed altri che sono stati riscoperti grazie a questo contesto che può contare su migliaia di visitatori concentrati nelle due settimane dell’evento. Valentini è per noi un vero ‘artista del mondo’, perchè le sue esperienze maturate in Italia e all’estero sono parte integrante di quel percorso che lo ha portato ad essere conosciuto e apprezzato su scala internazionale”.

Giovanni Scordo (presidente del Circolo Lavoratori Terni):

“Il sostegno del CLT alla mostra di Orazio Valentini, di cui ospitiamo una parte presso I locali della nostra biblioteca in via Muratori, conferma l’attenzione del Circolo verso l’arte, la cultura e non solo lo sport che rappresenta il nostro ‘cuore pulsante’ con 10 mila soci e 1.200 ragazzi che praticano varie attività. Questa volta, dopo aver dato spazio ad artisti come Mark Kostabi e Osmida, non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione di collaborare con l’Ente Giostra dell’Arme di San Gemini, grazie all’impegno congiunto del CLT e di AST. Una strada che intendiamo proseguire ancora”.

PROGRAMMA

SABATO 28

Ore 17:00 – Piazza San Francesco e per le vie del centro

“BANNO DELL’ANNUNTIO”

Lettura del Bando e corteo dei popolani per l’inizio dei festeggiamenti

Ore 17:00 – Piazza Palazzo Vecchio

A cura dell’Ente Giostra

Esibizione di un quadro a tema medievale eseguito con polvere di fiori dal Gruppo Infioratori di San Gemini

Ore 18:00 – sala multimediale Santa Maria Maddalena

A cura dell’Ente Giostra

Vernissage OPUS DUODECIMUM. Personale di Emiliano Alfonsi

Ore 18:30 – Palazzo Vecchio, Sala dei Priori

A cura dell’Ente Giostra

Inaugurazione della mostra Livio Orazio Valentini. Esploratore del Tempo e del mondo. Prodromo del centenario della nascita.

Ore 19:30 – Apertura delle “TABERNE RIONALI”

Ore 21.30 – Piazza San Francesco

Esibizione del gruppo dei “PICCOLI BANDIERAI” di San Gemini

Ore 22:15 –  Piazza San Francesco

BANNUM PROVOCATIO” – Lettura dei Bandi di Sfida tra i due Rioni

DOMENICA 29

1°TORNEO DI BANDIERA– Città di San Gemini

ore 17,00 – Piazza San Francesco

a cura dell’Ente Giostra e del Gruppo Sbandieratori di San Gemini

Torneo riservato a giovani gruppi di bandiera, tre città ospiti da varie parti d’Italia che verranno così a festeggiare ed onorare i 45 anni di attività del nostro amato gruppo di bandiera.

 GIOCHI POPOLARI MEDIEVALI

Ore 21,30 – Piazza San Francesco

A cura dell’Ente Giostra

I Rioni Piazza e Rocca mettono in campo i loro validi rionali in una serie de prove che richiedono abilità de ingegno e scaltrezza fisica. Se contendono sula pubblica piazza lo Prezioso dono del Tempo.

 LUNEDI’ 30

LA GIOSTRA DEL TEMPO

ore 21,15 – Piazza Palazzo Vecchio

A cura dell’Ente Giostra

Spettacolo teatrale musicale Stefano de Majo

Un racconto per grandi e bambini dal sapore antico eppure moderno che ci condurrà su una fantastica giostra seguendo i rintocchi del 12 ma non c’è un orologio in questa fiaba del tempo.

 MARTEDI’ 1

CALENDARIUM,
Piazza Duomo – ore 21,30

A cura del Rione Piazza

Vedrete lì mesi dell’anno divenir umani movendosi nelle danze et nello foco” spettacolo della Compagnia de lo Grifone

MERCOLEDI’ 2

EVADERE MONASTERIO. Escape room medievale
Museo Guido Calori – dalle ore 18.00

A cura del Rione Rocca

Anno liturgico 1398; lo spirito di Clotilde, giovane suora murata viva nel convento delle clarisse, vaga senza pace tra queste mura. A voi temerari l’arduo compito di riuscire a liberarla. Chi ha il coraggio di provare? Sottoscrizione libera 3euro. Info e prenotazioni 3404529154

Piazza Palazzo Vecchio- ore 21,15

A cura del Rione Rocca

Lo Mago Abacuc è qui per stupirvi con sollazzi, giochi e malie.

GIOVEDI’ 3

Investitura del Podestà.

Piazza San Francesco ore 21,30

A cura dell’Ente Giostra
Rievocazione teatralizzata dell’antica cerimonia, con la partecipazione del gruppo d’arme medievale della Compagnia dell’ Ariete di Corrado Aldigeri.

 VENERDI’4

MOTHER FORTRESS

Ore 21 – Chiesa di San Francesco

Anteprima della XIV edizione del Terni film festival Popoli e Religioni. Proiezione del docufilm della regista Maria Luisa Forenza, la testimonianza di una donna rimasta in Siria durante la guerra con una proposta di monachesimo differente.

 II° CORTEO DELLE DAME

Ore 21,30 – Piazza Palazzo Vecchio e per le vie del borgo

A cura dell’Ente Giostra

Tante città umbre si riuniscono a San Gemini. Il tema del ciclo dei 12 mesi sarà l’occasione per veder riunite tante dame medievali che faranno sfoggio di ricchissimi vestiti.

 SABATO 5

UN MESTIERE PER CIASCUNO

Ore 18.00

A cura dell’Ente Giostra di San Gemini.

Alla scoperta del valore del lavoro nel ciclo dei mesi nel portale maggiore della Pieve di Santa Maria Assunta ad Arezzo. Interviene il Professore Pierangelo Mazzoli

 LO JOCO DE LO MALO TEMPO – giornata di festa e bagordi

A cura del Rione Piazza

Per le vie del borgo – dalle 15.00 alle 20.00

Banchi didattici interattivi, ove per ogni mese vedrete rappresentato un mestiere de lo tempo medievale Piazza San Francesco – ore 21/21.30

“La ruota delle stagioni”, spettacolo a cura della Compagnia Teatro dell’Improvvista. Ne lo medioevo se credeva che le stagioni fossero portate, spirando, dai venti. Oggi questi si mostreranno a voi in un insieme di grazia et bellezza”

Piazza San Francesco – ore 22.30
Rota Temporis in concerto Ove vi perderete, danzando nei cerchi fatati, infino all’ora tarda

 DOMENICA 6

TEMPUS EST IOCUNDUM

Dalle 15 alle 19:30 per le vie del borgo

A cura del Rione Rocca
Il lavoro, i riti e il tempo dell’uomo medievale. Banchetti interattivi di antichi mestieri e tradizioni.

Le erbe curative e alimentare nel ciclo dei dodici mesi nel medioevo
A cura della Croce Rossa Italiana, Comitato Terni- Gruppo San Gemini

Chiesa di San Francesco – ore 18.00

Il Dottore Leonardo Paoluzzi, Medico chirurgo, docente fitoterapia all’Università di Siena ci introdurrà alla conoscenza benefica delle erbe secondo i dettami medievali, dalla scuola salernitana a Sana Ildegarda da Bigen.

Ore 21:15 Chiesa di San Giovanni

Maggio amoroso: LE JEU DE ROBIN ET MARION – Tratto da Adam de la Halle.

Racconto in parole e musica degli intrighi amorosi tra Marion e il suo amato Robin, reputato il più antico resto teatrale francese profano con musica.

 LUNEDI’ 7

Piazza Palazzo Vecchio – ore 21,30

A cura dell’Ente Giostra

Antico cerimoniale della Pesatura dei Ceri con la partecipazione della Corale Casventum. A seguire la Bollatura della Lancia con la partecipazione delle scuderie rionali

 MARTEDI’ 8

Piazza Duomo – ore 21,30

Investitura dei cavalieri giostranti del Rione Piazza

 

MERCOLEDI’ 9

Chiesa di Santo Gemine – ore 11
Santa Messa
, Solenne Celebrazione Eucauristica in onore del Santo Patrono

Lungo le vie del borgo – ore 16:30 Solenne processione in onore del Santo Patrono

Chiostro Museo Guido Calori – ore 18,30

A cura dell’Ente Giostra

OLI ESSENZIALI NEL MEDIOEVO

Oli essenziali nel medioevo. Viaggio olfattivo tra gli antichi rimedi naturali alla scoperta dell’uso delle essenze stagionali per il benessere del corpo. Con Silvia Rosa e Maria Rita Scacciatella.

Chiesa di San Francesco – ore 21,30

Concerto della Banda di San Gemini

Ore 23,30 Fuochi d’artificio in onore del Santo Patrono

A cura dell’Ente Giostra

GIOVEDI’ 10

FONTANA VIVA

Palazzo Vecchio – ore 18,30

A cura dell’Ente Giostra e Valorizzazione del Patrimonio Storico di San Gemini

Alla scoperta del ciclo dei mesi nelle formelle marmoree, scolpite da Nicola e Giovanni Pisano. Interviene Francesco Vignaroli autore del libro La fontana maggiore di Perugia. 

Chiesa di San Giovanni Battista – ore 21,30

Investitura dei cavalieri giostranti del Rione Rocca

VENERDI’ 11

IL TEMPO DEL VINO

Dalle ore 18,00 – per le vie del borgo

A cura dell’Ente Giostra

Alla scoperta del vino, uno degli elementi principe del ciclo dei mesi con la partecipazione della Slow Food delle Terre dell’Umbria Meridionale per gustose degustazioni di prodotti tipici. Giochi medievali per i bambini a cura del gruppo Skiamazzi. Inebrianti ritratti eseguiti col vino e artigiani medievali prima della Gara di Filomè.

 SABATO 12

IL BORGO RACCONTA

A cura degli alunni della Scuola Media di San Gemini e dell’Ente Giostra.

Dalle ore 11.00 – ritrovo in piazza San Francesco

Visita guidata, teatralizzata alla scoperta della San Gemini medievale.

 Ore 15:00 – Campo de li Giochi PROVE UFFICIALI dei cavalieri giostranti

Ore 21:15 – Piazza San Francesco

Grande spettacolo del GRUPPO SBANDIERATORI SAN GEMINI

Ore 22:00 – Piazza San Francesco e lungo le vie del centro

“CORTEO STORICO” Antico cerimoniale previsto per la ricorrenza della festa del Santo Patrono protettore della città.  Il corteo è aperto dalle Autorità Comunali, capeggiate dal Podestà, seguito dalla figura di maggior rilievo religioso; l’Abate di San Nicolò, contornato da alcuni monaci benedettini, dai gonfaloni dei due Rioni, dai cavalieri giostranti, dalle Corporazioni di Arti e Mestieri, dalle famiglie nobili e dai Capi delle Decine della Milizia Popolare. (136)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini