Taccalozzi: “40 animali dati in adozione”. Tutti hanno trovato casa grazie alla collaborazione di Wwf Umbria, associazione Animali-amo e 'associazione "I randagi dell'Umbria"

taccaMONTEFRANCO, 20 settembre 2019 – Ha azzerato il numero di cani custoditi nel canile, il Comune di Montefranco che nei giorni scorsi ha dato in affido gli ultimi due esemplari. Si tratta di Renato e Dina, fratello e sorella chiusi in canile dal 2009. “I due animali – dichiara il sindaco Rachele Taccalozzi – chiudono il percorso iniziati nel 2016 da Trudy e Ripreso. Con l’uscita dei due ultimi cagnolini – sottolinea ancora il sindaco – abbiamo tolto dal canile tutti e 40 i cani che avevamo dal 2008-2009 eliminando conseguentemente i 60mila euro di spesa sul bilancio comunale. É un traguardo importante per il nostro comune – nota ancora la Taccalozzi – che è anche il primo e l’unico in Umbria ad aver trovato adozione per tutti i cani randagi e ad aver azzerato il numero dei cani in canile ed i relativi costi, grazie alla collaborazione di Wwf Umbria, associazione Animali-amo e ‘associazione “I randagi dell’Umbria”.

1Il sindaco annuncia che proseguiranno tutte le attività di prevenzione con controlli da parte del Wwf sulle modalità di detenzione dei cani e sulle iscrizioni all’anagrafe canina. “Il prossimo obiettivo – afferma la Taccalozzi – sarà quello di estendere il nostro modello ad altri comuni e di chiedere una modifica normativa che possa favorire le adozioni e rendere i canili luoghi fruibili e aperti al pubblico”. (80)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini