Oltre 30 spazi indipendenti e pubblici per presentare più di 60 artisti, 30 attività ed eventi multi-disciplinari: Open Art Week 2019 avrà luogo a Perugia (Italia) dal 5 al 13 ottobre, a Tunisi (Tunisia) dal 19 al 27 ottobre e, in anteprima, a Odessa (Ucraina). La conferenza stampa di presentazione mercoledì 25 settembre 2019 (ore 11.00) presso il Museo Civico di Palazzo della Penna a Perugia.

1PERUGIA, 21 settembre 2019 – – Sarà presentata in data 25 settembre 2019 (ore 11.00), presso il Museo Civico di Palazzo della Penna a Perugia, la seconda edizione di Open Art Week, progetto che connette artisti e spazi indipendenti nel mondo attraverso l’organizzazione di una settimana d’arte contemporanea itinerante, ospitata da piattaforme solidali di spazi d’arte che collaborano per scambiarsi creativi e, attraverso di loro, promuovere internazionalmente la scena artistica più attuale della propria città e paese.  Open Art Week 2019 avrà luogo a Perugia (Italia) dal 5 al 13 ottobre, a Tunisi (Tunisia) dal 19 al 27 ottobre e, in anteprima, a Odessa (Ucraina). La Moldavia (Transnistria) sarà ospite speciale di questa edizione. L’incontro e la collaborazione oltremare sono i temi portanti dell’edizione 2019, realizzati grazie all’organizzazione di oltre 10 residenze, co-produzioni artistiche e formazioni aperte al pubblico e a professionisti. In primo piano, produzioni alternative di musica, cinema, video-art, fotografia, fumetti e arti performative, con una particolare attenzione ai linguaggi urbani più nuovi e a realtà underground under 30.

Interverranno alla presentazione Leonardo Varasano, assessore alla cultura del Comune di Perugia, Wissem Mhadhbi, Ministro Plenipotenziario Ambasciata di Tunisia, Nino Marino, direttore del Teatro Stabile dell’Umbria, Gaia Toschi, ideatrice e direttrice di Open Art Week, e rappresentanti degli spazi di Perugia. Interverrà inoltre, tramite collegamento Skype, il Direttore della Fondation Rambourg, partner di Tunisi del progetto, Shiran Ben Abderrazak.

Open Art Week è ideato e organizzato dall’organizzazione no-profit Rea e nel 2019 è realizzato in collaborazione con la Fondazione Rambourg in Tunisia e con MoOMA – Museo di Arte Moderna di Odessa (Ucrania), con la direzione di Gaia Toschi (Italia), il patrocinio e il sostegno  di Ambasciata di Tunisia in Italia, Ambasciata d’Italia a Tunisi, Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, Polo Museale dell’Umbria, Comune di Perugia, Teatro Stabile dell’Umbria, il supporto di D&B Consulting, Tunisair, la collaborazione di Università per Stranieri di Perugia, Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, Museo Civico Palazzo della Penna, Munus Arts & Culture, Centrodanza Spazio Performativo, Minimetrò, Eventuno, PerSo – Perugia Social Film Festival. (122)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini