1PERUGIA, 22 settembre- L’avvocato Francesca Di Maolo ha detto no a «patto civico» e così è l’imprenditore nursino Vincenzo Bianconi, 47 anni da compiere a dicembre, presidente di Federalberghi, a candidarsi alla Presidente della Regione Umbria con i 5Stelle e il Pd. A lui è già arrivato il ringraziamento di Zingaretti che parla di “candidatura bella e forte. L’Umbria è una terra meravigliosa, che non si arrende e che combatte per il suo futuro”. Il nome di Bianconi era già circolato nei giorni scorsi, perchè la direttrice dell’Istituto serafico di Assisi, non aveva mai espresso convintamente la sua disponibilità Bianconi, invece, sembra ben felice di potrsi in gioco, perché l’ambiente, il lavoro, le imprese, il paesaggio, la cultura, l’università, la sanità, la ricerca, le infrastrutture, i trasporti, la sicurezza e la legalità sono stati sempre i suoi cavalli di battaglia.

Le sue prime affermazioni: “Mi candido alla presidenza della Regione Umbria come tanti, sono innamorato della mia terra. Ogni giorno con la schiena dritta, con determinazione e passione, cerco di migliorare le cose che mi circondano. Non mi sono mai tirato indietro dinnanzi alle sfide che la vita mi ha posto. Ed è per questo che ho deciso di accogliere l’invito a candidarmi a Presidente della Regione Umbria, invito che tante forze civiche, associative e politiche mi hanno rivolto”.

Fa un passo indietro anche Stefania Proietti, sindaca civica di Assisi, che ringrazia i 5Stwelle e a sottolinea che “c’’è bisogno di una coalizione ampia, innovativa, basata su un patto civico che proceda unita per il bene dell’Umbria”.

  (139)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini