Il pilota di Foligno, fermo dallo scorso aprile, nel frattempo è diventato padre, ed è pronto a riprendere in mano l’argomento rally alla penultima prova del campionato Italiano Rally Terra con la Skoda Fabia R5 della Step-Five Motorsport gommata Pirelli, stavolta affiancato da Pietro Ometto

1GUBBIO, 24 settembre 2019 – Una primavera ed un’estate passate, per impegni professionali, a guardare il calendario sportivo che scorreva aspettando l’appuntamento “di casa” e nel frattempo, lo scorso 9 settembre è diventato anche papà di Linda. Sono stati questi i mesi recenti di Francesco Fanari, Campione in carica del Challenge Raceday Rally Terra, pronto a calarsi nuovamente nella dimensione del pilota da rally con stimoli rinnovati questo fine settimana alla gara per lui “di casa”, il NIDO DELL’AQUILA, a Nocera Umbra (Perugia). Il driver di Foligno, portacolori della Project Team, affronterà l’impegno “fuori porta” con la Skoda Fabia R5 della Step-Five Motorsport gommata Pirelli, onorandolo contro avversari di alto livello, i protagonisti del “tricolore” che giunge in Umbria per il penultimo atto del 2019. Sarà una sfida in cui il driver avrà da prendere riferimenti e nella quale pure lui sarà uno dei paragoni da tenere d’occhio per gli altri. Libero da vincoli di campionato, Fanari sarà dunque il classico “battitore libero” che andrà alla ricerca del risultato d’effetto, stavolta affiancato da Pietro Elia Ometto, in luogo di Silvio Stefanelli, ancora convalescente.

L’impegno sarà particolarmente difficile: se da una parte ci sono le strade “amiche” che possono fare da trampolino di lancio per rincorrer la vittoria dopo tre podii ottenuti nel recente passato, dall’altra c’è il dover riprendere in mano gli equilibri fisici e mentali necessari per correre un rally dopo un lungo periodo di pausa, affrontando avversari che sono in attività piena.

Nuovo il copilota al fianco di Fanari, scelto tra diverse possibilità, in quanto giovane ma già un professionista di alto livello, con il quale vi è un rapporto di amicizia e stima reciproca. Per questa nuova coppia sarà tutto nuovo, l’approccio sarà in occasione del test pre-gara con la vettura da

rally.

Quattro, in totale le partecipazioni di Francesco Fanari sulle cinque edizioni della “rinascita” del Nido dell’Aquila, che hanno sortito tre risultati da podio: secondo lo scorso anno e terzo nel 2014 e 2016, oltre ad un sesto posto nel 2015.

(92)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini