La pilota perugina ha conquistato il titolo per la sesta volta. Deborah è già al lavoro per organizzare all’Autodromo di Magione la seconda edizione della manifestazione di beneficenza “Sport Therapy day”

1PERUGIA, 27 settembre 2019 – Deborah Broccolini si laurea per la sesta volta campionessa italiana velocità della montagna. La pilota perugina ha conquistato il titolo nel femminile vincendo la 65esima edizione della “Coppa Nissena”, gara automobilistica internazionale, disputata domenica scorsa a Caltanissetta, in Sicilia. Grande soddisfazione per Deborah che, a bordo della sua Mini Cooper Jcw, ritorna ad aggiudicarsi un titolo importante dopo uno stop dalle corse a causa di un carcinoma alla gola, asportato per ben due volte (nel 2016 e 2017), con successiva diagnosi di metastasi retrosternale. Broccolini, infatti, aveva conquistato il tricolore consecutivamente dal 2010 al 2014 compresi.

“A Caltanissetta – racconta – ho tagliato il traguardo e non mi sono neanche resa conto di essere diventata campionessa italiana per la sesta volta ed è stata un’emozione unica. L’ho capito quando, scendendo dal paddock, la mia squadra e coloro che mi sono stati vicini avevano in mano le bandiere italiane. Da lì ho capito di essere diventata campionessa. Sono arrivata in Sicilia consapevole della posta in palio ma ho pensato, sperato e forse di più: ho creduto di potercela fare ad una gara al termine del campionato. E’ stata un’emozione unica. Voglio lasciare a coloro che sono ‘sfortunati’ come me la certezza che comunque sia si può vincere anche essendo malati. Chi è sano al 100 per cento ha i suoi tempi, vive le sue 24 ore come meglio crede. Chi sta male cerca di viverle sempre al massimo, ottimizzandole il più possibile. Per me il tempo ha più valore. Secondo me chi sta male cerca di arrivare prima di altri e forse è questo che ci dà una marcia in più. E’ questo il messaggio che dobbiamo lasciare nel tempo. Cerchiamo di bruciare le tappe, arrivare dove gli altri arrivano con tempi ‘normali’. Chi sta male come me – conclude – ha il dovere di dare una speranza a chi verrà dopo”. 

E nel frattempo Deborah non abbassa mai la guardia. Parteciperà comunque all’ultima gara del campionato, la 27esima edizione della “Pedavena – Croce d’Aune”, in programma dal 18 al 20 ottobre a Pedavena (BL). Ma non solo. E’ già al lavoro per organizzare la seconda edizione dello “Sport Therapy Day”, in programma il prossimo marzo presso l’Autodromo dell’Umbria di Magione. La manifestazione di beneficenza ha un duplice obiettivo: far vivere una giornata diversa a bordo delle auto da corsa ai malati in cura agli ospedali di Perugia e di Teramo e devolvere il ricavato in beneficenza per i reparti di oncologia dei due nosocomi. (202)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini