Organizzata dal Circolo culturale Sandro Pertini di Marsciano, la cerimonia si svolgerà presso la sala Aldo Capitini in Municipio a partire dalle 17.30

1MARSCIANO, 1 ottobre 2019 – L’appuntamento con la seconda edizione del Premio Sandro Pertini è fissato per sabato 5 ottobre ore 17.30 presso la sala Aldo Capitini del Municipio. Organizzato dal Circolo storico e culturale Sandro Pertini di Marsciano col sostegno della Fondazione di Studi Storici Filippo Turati, l’evento ha il patrocinio del Comune di Marsciano.Durante la cerimonia saranno conferiti riconoscimenti a 6 personalità locali che si sono distinte per laboriosità e buona condotta in ambito lavorativo ma anche culturale, scientifico, artistico e sportivo, e che sono esempi di solidarietà sociale e filantropica. Un riconoscimento pubblico per promuovere i valori e gli ideali di cui si è fatto simbolo Sandro Pertini, uno dei Presidenti della Repubblica che più ha lasciato la sua impronta nella memoria collettiva.

Ad aprire la cerimonia saranno i saluti del sindaco ai quali seguirà l’intervento di Francesco Matteucci per il Circolo Sandro Pertini. Presenti anche Valdo Spini, presidente della Fondazione Fratelli Rosselli, che si occupa di studi a carattere storico istituzionale, e Maurizio Degl’Innocenti, presidente della Fondazione di Studi Storici Filippo Turati. La conduzione della cerimonia è affidata ai giornalisti Alvaro Angeleri e Luca Cardinalini. L’evento si concluderà con l’esecuzione dell’Inno di Mameli a cura del Chorus Marsciano.

Il Circolo Sandro Pertini è molto attivo anche sul fronte della promozione didattica. Dopo il successo dell’anno scorso sarà riproposto un ciclo di lezioni sulla Costituzione italiana, rivolto agli studenti delle scuole superiori, in collaborazione con L’istituto Omnicomprensivo Salvatorelli-Moneta. “A lezione di Costituzione”, questo il nome del progetto, si snoda in più incontri intorno ai temi più significativi relativi all’ordinamento giuridico e ai valori fondativi della nostra Repubblica. Le varie lezioni, tenute da docenti qualificati e professionisti, saranno rivolte di volta in volta a studenti di diverse fasce di età. Per il nuovo anno scolastico c’è inoltre in progetto di introdurre una seconda attività didattica: si tratta del “Progetto Ambiente”, una serie di lezioni con lo scopo di sensibilizzare i giovani al rispetto e alla tutela dell’ambiente. Gli incontri saranno uno spunto per riflettere su agricoltura e paesaggio e illustrare anche le buone pratiche adottate a livello locale dalle aziende nel rispetto della natura e dell’efficientamento energetico.

  (94)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini