radioValfabbrica, 8 ottobre 2019 – Nel pomeriggio di qualche giorno fa, una donna si reca in un bar del perugino, acquista un oggetto e, nel pagare, lascia inavvertitamente il portafogli sul bancone. Senza nemmeno pensarci torna a casa. Poco dopo viene chiamata al telefono, una persona le dice di aver rinvenuto il suo portafogli. La donna si reca immediatamente al bar contentissima per quanto comunicatole, ma appena tornata in possesso del portamonete l’amara sorpresa; ci sono tutti i documenti ma mancano i soldi, una cospicua somma, che la stessa aveva appena ritirato per una spesa improvvisa. Delusa di ciò, si presenta presso il Comando Arma di Valfabbrica chiedendo aiuto al militare di servizio alla Caserma.

Immediatamente le indagini vengono avviate, il bar è dotato di sistema di videosorveglianza, le immagini vengono scandagliate con certosina pazienza fino a quando gli operanti notano una giovane donna entrare nel locale, avvicinarsi al bancone, notare il portafogli e, con una mossa repentina sfilare i soldi contanti dall’interno, lasciando cadere il borsellino a terra.

Convinta di non essere stata vista da nessuno la donna si allontana passo spedito. Sono bastati pochi giorni di accertamenti per dare un nome e cognome alla giovane donna, che quando è stata chiamata dai Carabinieri della Stazione di Valfabbrica, appena entrata negli Uffici alla domanda “signora ha capito il motivo della chiamata?” è scoppiata in un pianto di vergogna, chiedendo scusa per ciò che aveva combinato.

La donna è stata quindi deferita per furto alla locale Autorità Giudiziaria.

  (67)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini