1Assisi, 9 ottobre 2019 – La giunta comunale nell’ultima seduta ha approvato il progetto definitivo di riqualificazione e messa in sicurezza di via Ermini. Il finanziamento previsto per realizzare i lavori è di un milione e 100 mila euro. Quel tratto di strada, spesso teatro di incidenti e investimenti, è sempre stato all’attenzione dell’amministrazione che due anni e mezzo fa ha deciso di realizzare una mini rotatoria sperimentale al fine di garantire maggiore sicurezza ai pedoni e agli automobilisti. La mancanza di sicurezza di quell’area su cui confluisce via Ermini ha fin da subito obbligato l’amministrazione a prendere provvedimenti, anche provvisori. Infatti la mini rotatoria sperimentale si è rivelata efficace in quanto sono calati gli incidenti ma nelle intenzioni degli amministratori sussiste la necessità di ridurre ancora la velocità di percorrenza della viabilità attraverso una riduzione della carreggiata.

Tre i tipi di intervento che saranno realizzati: la rotatoria stabile in corrispondenza dell’incrocio con via Toti al posto di quella provvisoria attualmente esistente; la ripavimentazione dei marciapiedi con allargamento della banchina al fine di ridurre la larghezza della carreggiata; sostituzione delle luci a led con riposizionamento dei pali e aumento di altri due punti luce.

Questi interventi dovranno risultare funzionali alla realizzazione di una pista ciclabile su uno dei due lati della carreggiata. Particolarmente importante il lavoro che verrà fatto per i marciapiedi perché verrà demolita l’attuale pavimentazione e lo spazio per i pedoni sarà allargato. Sarà rivisto l’intero sistema degli accessi dedicati ai disabili, infatti in corrispondenza dei passaggi pedonali esistenti verranno realizzate rampe con pendenza massima fino all’8 per cento a uso dei disabili. Una novità riguarda i nuovi percorsi tattili tipo “Loges” (Linea di orientamento guida e sicurezza) che saranno inseriti sulle pavimentazioni dei marciapiedi a uso dei non

 

 

 

 

 

 

 

vedenti/ipovedenti, sarà inoltre prevista, dove possibile, anche una recinzione lungo gran parte del percorso che rappresenta una “guida naturale” oltre che un “corrimano” per chi ha difficoltà con la vista.

Nel progetto è previsto anche il rifacimento della zona di fermata degli autobus e sempre nel piano di abbattimento delle barriere architettoniche sarà installato un pannello tattile per le informazioni.

 

I lavori inizieranno agli inizi dell’anno prossimo, dopo l’espletamento della gara.

  (96)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini