La cultura del territorio passa attraverso la valorizzazione del patrimonio artistico

deruta_museo_ceramica1Deruta, 15 ottobre 2019 – E’ stato il Museo Regionale della Ceramica di Deruta ad ospitare un momento cruciale per la comunità derutese: l’approvazione (10 voti a favore e 1 contrario) del il primo regolamento del Museo Regionale della Ceramica e della Pinacoteca. Cittadini e tante autorità ieri hanno riempito la sala del museo tra queste il Conservatore Giulio Busti che ha ricordato come questo regolamento migliorerà le performance del museo e della Pinacoteca che sono già una realtà conosciuta nella Regione. La Presidente di Sistema Museo Francesca Maria Battazzi nel suo intervento si è soffermata sull’importanza della nuova figura del Direttore del Museo che porterà un valore aggiunto. “Il Museo è il biglietto da visita della comunità – ha detto Battazzi – e questa Amministrazione ha dimostrato una particolare attenzione alla cultura e alle opere degli artigiani che sono esposte nel museo”. Il patrimonio del museo è costituito da oltre seimila opere ceramiche, alcune di epoca rinascimentale. La sua caratteristica è quella di avere una sezione artistica-industriale dove è possibile ammirare le varie tecniche e tipologie decorative che hanno reso famosa Deruta nel mondo con numerose opere conservate in cento musei. L’esigenza di regolamentare il museo è stata spiegata in un documento, redatto da Ilaria Tamburi, funzionaria dell’Ufficio cultura e artigiano del comune di Deruta, letto dal sindaco in apertura del Consiglio Comunale. “Il nostro museo rappresenta una risorsa educativa inesauribile – si legge nel documento – è come una vera e propria scuola, favorisce la crescita culturale dell’intera società. Il Museo Regionale della Ceramica non va considerato immobile e statico, ma è un’istituzione in continua crescita, una vera fonte di sapere nel quale convivono in modo armonico la produzione manuale e il sapere intellettuale. Il museo non è solo un luogo di esposizione e valorizzazione delle opere, ma aiuta il visitatore a comprendere il ricco ed eterogeneo patrimonio storico-artistico della città di Deruta, diventando così un mezzo per stimolare le famiglie alla curiosità e al desiderio di conoscenza, grazie anche a percorsi tematici, laboratori didattici, visite guidate e giochi a tema per i più piccoli”. (125)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini