Bianca Rameschi succede a Elena Sciurpi. Scuola, il CCRR riparte dalla lotta al bullismo

1Passignano, 15 ottobre 2019 – “Ogni alunno ha il diritto di sentirsi tranquillo nella propria scuola o con i propri compagni e se così non accade allora tutti, compresi noi ragazzi, dobbiamo far sentire la nostra voce”. Quello dalla lotta la bullismo tra i banchi della scuola è una delle priorità dichiarate da Bianca Rameschi, neo sindaco dei ragazzi di Passignano. Succede a Elena Sciurpi che, essendo uscita dalla scuola media, non può più ricoprire la carica di primo cittadino junior. Il rinnovo delle cariche in seno al Consiglio comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Passignano è avvenuto nei giorni scorsi, nell’aula consiliare del municipio, alla presenza del sindaco “senior” e del nuovo dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo “Dalmazio Birago” Giuseppe Costanzo. Un rinnovo che ha interessato buona parte dell’organismo, eletto per la prima volta lo scorso 20 dicembre. Con la nomina a sindaco di Bianca Rameschi, che precedentemente ricopriva la carica di vice, al suo posto è subentrato Diego Nicoziani (che riceve anche la delega all’ambiente e al verde pubblico).

La nuova giunta è invece composta da Alice Carlani (deleghe ai rapporti con l’Unicef e con le associazioni locali), Federica Mortini (legalità e tematiche legate al sociale) e Mattia Nicoletti (sport, gioco e tempo libero).

Novità anche tra i consiglieri. Accanto ai “veterani” Alex Breccolenti, Gabriel Bellaveglia e Dario Immordino, siedono adesso Alessia Carlani, Giovanni Sciarrini, Alissa Accoto e Aurora Sorbaioli.

“Dopo l’esperienza dello scorso anno – ha dichiarato il neo sindaco – vorrei fare qualcosa in più cominciando da ciò che più mi sta a cuore: la scuola. Anche se molto è stato fatto ci impegneremo per suggerire o realizzare tutti quei cambiamenti che possano far sentire ciascuno di noi più contento e soddisfatto”.

A parte le iniziative di contrasto al bullismo, tra gli impegni assunti dal nuovo CCRR vi sono quelle di matrice culturale, quelle di rispetto dell’ambiente e a favore dello promozione dello sport e dell’impegno sociale a fianco delle realtà di volontariato del territorio.

“Il progetto del CCRR – sono state le parole del dirigente Costanzo – ha una forte valenza educativa e formativa. E’ un’esperienza che sviluppa nei ragazzi competenze spendibili nella vita lavorativa e nei futuri impegni che essi assumeranno nella società”. (76)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini