Succede al Tiglio, dove in una sezione è stato anticipato l’orario di chiusura da parte del Comune a causa di una semplice assenza dell’educatrice. Oggi assemblea dei genitori

1Perugia, 24 ottobre 2019 – Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera di protesta dei genitori. Una maestra si fa male a scuola, va in malattia e il Comune, anziché sostituirla, cosa fa? Riduce l’orario di apertura della struttura, con gravissimo danno per le famiglie coinvolte. Succede alla scuola dell’infanzia comunale “Il Tiglio” di Perugia, dove nei giorni scorsi davanti all’ingresso della classe delle “Coccinelle” è comparso un avviso del Comune con il quale si informano le famiglie che dal 28 al 31 ottobre la sezione chiuderà alle ore 16.00, anziché alle 17.30, per “problemi organizzativi”. “In realtà il vero problema è che il Comune non è in grado di sostituire una maestra che è in malattia – spiegano dall’associazione genitori Il Tiglio – e questo è un fatto gravissimo, perché stavolta è toccato alle Coccinelle, ma in futuro potrebbe toccare a chiunque altro. È mai possibile – si chiedono ancora i genitori – che l’amministrazione non sia in grado di coprire una normalissima assenza per malattia di una sua educatrice?

La verità è che dal primo giorno di scuola quest’anno le maestre si stanno facendo in quattro per gestire una situazione che è evidentemente di emergenza, perché manca personale, ma stavolta l’elastico è stato tirato troppo e si è rotto”. Per parlare di questo episodio e più in generale delle difficoltà che si stanno vivendo in tutta la scuola dell’infanzia Il Tiglio, da sempre un’eccellenza della città di Perugia, l’associazione genitori si riunirà oggi pomeriggio, 24 ottobre, alle ore 17.30, nel salone della scuola per decidere insieme le iniziative da intraprendere a fronte di una situazione che viene definita “inaccettabile”. (104)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini