arrestTERNI, 25 ottobre 2019 – Al culmine di un’intensa attività operativa, fatta anche di appostamenti e pedinamenti continuati, i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Terni sono riusciti a mettere alla sbarra un italiano, classe ‘70, nullafacente, spacciatore. L’uomo, di origini ternane, è stato tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo aver raccolto numerose segnalazioni di un sospetto via vai di persone in una zona prossima a Via Tre Venezie, i Carabinieri della Sezione Operativa del capoluogo si sono messi in opera e, dopo un’attenta osservazione durata diverse ore, subito dopo aver notato una cessione di stupefacente, sono entrati in azione riuscendo a sorprendere l’uomo all’interno della propria abitazione. Un vero e proprio fortino, quello in cui hanno fatto irruzione i militari, ben difeso da numerose telecamere di sorveglianza che hanno creato non poche difficoltà agli operanti. Una volta all’interno dell’abitazione i militari hanno dunque eseguito una minuziosa perquisizione, rinvenendo un totale di 93 grammi di cocaina, una parte dei quali già confezionata in 4 dosi, 17 grammi di eroina (3 dosi già pronte), 40 grammi di hashish, 3 flaconi di metadone da 50 ml ciascuno, ben 18110 euro in contanti in banconote di vario taglio, provento dell’attività di spaccio, una macchina conta soldi ed un bilancino digitale, tutto sottoposto a sequestro giudiziario.

Al termine degli accertamenti di rito, il quarantanovenne ternano è stato dichiarato in arresto e condotto presso il proprio domicilio, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, rimanendo a disposizione per la celebrazione del rito per direttissima. Nel medesimo contesto, gli uomini dell’Arma hanno segnalato alla Prefettura, per la violazione dell’art. 75 del T.U. (Sostanze stupefacenti), un cinquantaduenne ternano, acquirente, sorpreso con 1 grammo di cocaina. (148)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini