Eureka gonne

Eureka gonne

FOLIGNO, 29 ottobre 2019 – A Foligno saranno diversi gli spazi individuati per ospitare i 10 spettacoli della stagione di prosa: Politeama Clarici, Spazio Zut, Auditorium San Domenico e Palazzo Trinci. “La stagione teatrale si caratterizza per due aspetti principali: la qualità della proposta artistica e la volontà di proporre gli spettacoli in diversi luoghi della città, ha detto l’assessore alla cultura, Decio Barili, nel corso della presentazione. Ci sarà uno spettacolo in più rispetto allo scorso anno con 8 all’interno dell’abbonamento e 2 fuori abbonamento, fra cui uno previsto a Palazzo Trinci: è una scommessa ma c’è l’intenzione di presentare nel museo della città ogni tipo di evento. Inoltre stiamo studiando la possibilità di prevedere un incontro con l’artista”.

donchisci@tte

donchisci@tte

Il direttore del Teatro Stabile dell’Umbria, Nino Marino, ha parlato di “rinnovato rapporto di fiducia con l’amministrazione comunale” mettendo in rilievo nel calendario degli appuntamenti le 3 produzioni del Teatro Stabile dell’Umbria, di cui 2 con la regia di Andrea Baracco, oltre allo spazio per la danza con 3 proposte. Si comincia con “il Maestro e Margherita” il 18 novembre, per la regia di Andrea Baracco che dirige anche “Le affinità elettive” il 31 marzo. Dal 10 al 12 dicembre, allo Spazio Zut, è la volta di “Nostalgia di Dio” – dove la metà è l’inizio – di Lucia Calamaro. Il giornalista sportivo Federico Buffa propone il 18 dicembre all’ Auditorium San Domenico “Il rigore che non c’era”. Luca Barbareschi e Lucrezia Lante Della Rovere sono i protagonisti il 9 gennaio dello spettacolo “Il cielo sopra il letto skylight”. Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi interpretano il “don chisci@tte” liberamente ispirato al capolavoro di Cervantes. Seguono tre spettacoli di danza: Vivaldiana/Rossini Ouvertures il 18 febbraio, “Ballroom” l’8 marzo allo Spazio Zut (fuori abbonamento), “Eureka” il 13 marzo per festeggiare i 25 anni della fondazione della compagnia “Kataklò”.

Il maestro e Margherita

Il maestro e Margherita

L’ultimo spettacolo della stagione “Farsi silenzio” (fuori abbonamento) è in programma il 23 aprile, a Palazzo Trinci. Si tratta di un progetto di Marco Cacciola, una sorta di viaggio alla riscoperta della lentezza, del silenzio. Gli spettatori (massimo 50) saranno dotati di cuffie, in modo da cercare e attivare nuove relazioni tra lo spazio esterno/pubblico e quello interno/privato. Per la particolarità dello spettacolo è necessario prenotare la presenza. Se le richieste fossero superiori c’è la possibilità di un secondo spettacolo nella stessa giornata.All’incontro con la stampa sono intervenuti il regista Andrea Baracco che ha parlato dell’occasione di “essere presente nella stessa stagione con due spettacoli” e Cristiano Antonietti della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno che ha confermato l’appoggio dell’Ente all’iniziativa culturale. Il costo dei biglietti e degli abbonamenti è rimasto invariato rispetto al passato.

  (117)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini