1ARRONE (Terni) 5 novembre 2019 – In un suggestivo susseguirsi di vicoli, case di pietra, edifici antichi che raccontano una storia lunghissima, il borgo di Arrone emerge direttamente dalle rocce. L’antico borgo deve le sue origini alla famiglia romana degli Arroni, che gli diede il nome e che lo fondò tra il IX e il X secolo dopo aver edificato il castello, protetto da un massiccio sistema di mura, fortificazioni e torri di avvistamento sopravvissuti sino ai giorni nostri. Fu proprio attorno al castello che si sviluppò il piccolo borgo che, oggi, si presenta come un vero e proprio gioiello, nel Parco del Fiume Nera, in piena Valnerina, uno dei Borghi più belli d’Italia in Umbria.
Proprio tra le mura del Castello degli Arroni, domenica 10 novembre si terrà la seconda edizione di “Amor d’Olio” l’evento di celebrazione dell’olio nuovo e della prima spremitura organizzato dal Comune di Arrone, e che fa parte del cartellone di Frantoi Aperti in Umbria la manifestazione regionale dedicata all’olio extravergine di oliva che terminerà l’8 dicembre p.v. (www.frantoiaperti.net ).

Amor d’Olio alza il sipario sulle bellezze naturalistiche di Arrone con una passeggiata alla scoperta della Valnerina ternana, in partenza alle ore 9.00 dal centro di Arrone, con la guida esperta dell’Associazione l’Olivo e la Ginestra (Info e prenotazioni Giannermete Romani romaniermete@gmail.com – 347 1148395) si camminerà costeggiando il letto del Fiume Nera per inerpicarsi su stradine di muretti a secco, in un paesaggio fortemente caratterizzato dalla presenza di uliveti aperti ai boschi e ai monti dell’Appennino. Sarà un andare lieve nella luce d’autunno a due passi dalla Cascata delle Marmore. Al rientro ad Arrone sarà possibile partecipare al “Brunch con musica” (dalle ore 12.30 su prenotazione) presso il Castello, parte alta e più antica del borgo, sovrastato dalla “Torre degli Ulivi” simbolo del Comune di Arrone, sulla cui cima si erge un olivo, segno di quanto anche in questa zona che lascia il passo ai Sibillini, sia forte il legame con l’olivo e l’olio extravergine di oliva.

Il brunch sarà accompagnato dalla musica jazz e d’autore dei “Canto Conte Trio”. A seguire sarà possibile partecipare alla degustazione guidata di olio extravergine d’oliva curata da un esperto assaggiatore, grazie alla collaborazione con l’Azienda Speciale Promocamera della CCIA di Perugia. Il Castello e la Torre civica saranno eccezionalmente visitabili per l’occasione grazie alle visite guidate proposte a termine del brunch, a cura delle guide turistiche dell’Associazione “Le Vie dell’Arte”.

Da non perdere la “Festa dell’Olio Novello” presso il Frantoio Bartolini dove dalle ore 14 si potrà visitare il frantoio in lavorazione, assaggiare l’olio novello e gustare anche gli altri prodotti aziendali come pasta e legumi.

Durante tutta la giornata di domenica 10 novembre (ore 10 – 19) sarà possibile visitare la gotica Chiesa di San Giovanni Battista, nella cui abside poligonale si trovano preziosi affreschi quattrocenteschi, con la suggestiva Crocifissione, e che ospiterà la quinta edizione di #CHIAVEUMBRA19_ Ingannevole come il vento. Arte Paesaggio Immagine, mostra diffusa d’arte contemporanea, con opere dell’artistaALERO. All’interno della Chiesa poi grazie al progetto “Arrone, l’armonia in un Borgo”, con l’uso del proprio smartphone, sarà possibile proiettare sugli affreschi, ricostruzioni digitali e informazioni storico artistiche grazie alla realtà aumentata.

A chiudere la giornata di Domenica 10 novembre sarà dalle ore 16 la castagnata in Piazza Garibaldi con assaggi di vino “Raspato” dell’Umbria a cura dell’Associazione Magister e la festa finale con aperitivo e musica.
Per maggiori informazioni:
tel. 335 7717129 (71)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini